Giallo di Castellamonte: l’ex allievo e la madre sono stati convocati al comando provinciale dei carabinieri

Castellamonte

/

16/02/2016

CONDIVIDI

Il giovane è indagato per la presunta truffa ed è stato ascoltato in qualità di persona informata dei fatti. A suo carico nessun'altra accusa

Alla fine Gabriele Defilippi, l’ex allievo di Gloria Rosboch, l’insegnante scomparsa mercoledì 13 gennaio da Castellamonte, è stato convocato al comando provinciale dei Carabinieri di Torino, insieme alla madre, per essere interrogato. Il giovane, residente a Gassino Torinese, difeso dall’avvocato Pierfranco Bertolino, è stato interrogato per quattro ore dal colonnello Domenico Mascoli e dal procuratore capo di Ivrea Giuseppe Ferrando. La madre è stata ascoltata per circa un’ora, prima del figlio, in relazione ai 187 mila euro che Gloria Rosboch sostiene di avere consegnato all’ex allievo.

Il giovane ventiduenne è indagato per la presunta truffa da 187mila euro che sarebbe stata compiuta ai danni dell’insegnante di sostegno che, fino al 13 gennaio scorso, era in servizio alla scuola media “Cresto” di Castellamonte. Gabriele è stato sentito questa mattina, alla presenza del suo avvocato, soltanto in qualità di persona informata dei fatti, come la madre. A suo carico, oltre all’indagine per truffa originata dalla denuncia presentata alla procura di Torino da Gloria Rosboch, non sussistono altre specifiche accuse. L’avvocato Pierfranco Bertolino ha denunciato “il linciaggio mediatico immotivato” del quale sarebbe oggetto il suo assistito. Il fascicolo aperto della procura eporediese per omicidio rimane contro ignoti. Questa mattina sono riprese le ricerche del corpo di Gloria Rosboch sia nei boschi di Sant’Anna dei Boschi a Castellamonte sul torrente Piova.

Dov'è successo?

Leggi anche

Leinì

/

18/10/2018

Leinì: avevano una villa abusiva e rubavano energia elettrica. I carabinieri denunciano due nomadi

Era tutto abusivo: la villa, una baracca e un prefabbricato che serviva da servizio igienico. A […]

leggi tutto...

Ivrea

/

18/10/2018

Morti Olivetti: tutti assolti perchè il fatto non sussiste. La Corte d’Appello: non ci sono prove per condannare

Non ci sono prove sufficienti per provare la responsabilità dei vertici Olivetti dei dirigenti dell’azienda in […]

leggi tutto...

Rivarolo Canavese

/

18/10/2018

“Canavesana” più sicura: Regione e Rfi firmano il protocollo sicurezza. Lavori in tempi rapidi

Verrà firmato a breve il protocollo tra Regione Piemonte e Rfi che consentirà di dare il […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy