Front, stretto giro di vite del Comune. Multe fino a 2.500 euro a chi si apparta con le prostitute

Front

/

29/01/2017

CONDIVIDI

Il numero delle "lucciole" è aumentato in modo preoccupante. Colpire i clienti per arginare un fenomeno dilagante

Stretto giro di vite per i clienti delle prostitute: sull’esempio di altri comuni canavesani, anche quello di Front si è adeguato per cercare di arginare il crescente e preoccupante fenomeno della presenza delle “lucciole” ai margini della rete stradale del Canavese. In sindaco di Front Andrea Perino ha firmato un’ordinanza che dovrà essere fatta rispettare dalle forze dell’ordine: d’ora in poi i clienti che verranno sorpresi in compagnia di prostitute o verranno adescate da queste ultime, dovranno pagare una sanzione amministrativa che può arrivare a 2 mila 500 euro. In genere gl’incontri nei quali viene consumato il sesso “mercenario” sono le stradine che conducono ai poderi agricoli.

Le strade che saranno sottoposte a una stretta sorveglianza da parte degli agenti della polizia municipale sono quelle che collegano i comuni di Busano, Rivarossa e Vauda Canavese. Un triangolo di territorio dove la presenza delle prostitute ha raggiunto presenze davvero eccessive.

Nell’ordinanza sindacale si sottolinea come i conducenti dei veicoli interessati, attratti dalle prostitute, rallentano per guardare e si fermano per contrattare prestazioni sessuali e in tal modo intralciano la circolazione stradale e creano situazioni di forte pericolo. E c’è di più: le ragazze di colore costrette a prostituirsi non solo vittima del racket controllato e gestito dalla malavita ma molto spesso sono anche minorenni.

 

Dov'è successo?

Leggi anche

19/10/2019

Tragico incidente stradale sull’ex statale 460 tra Leinì e Lombardore: due morti e quattro feriti

Due morti e quattro feriti: è il tragico bilancio di un terribile incidente stradale che ha […]

leggi tutto...

19/10/2019

Ivrea, detenuto 35enne tenta di impiccarsi in cella. Salvato in extremis dalla polizia penitenziaria

Un detenuto italiano di origini sudafricane, 35enne, in carcere per omicidio, condannato all’ergastolo (ergastolo), mentre si […]

leggi tutto...

19/10/2019

Il presidente della Regione Alberto Cirio visita le eccellenze imprenditoriali del territorio canavesano

Il presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio si è recato nella mattinata di giovedì 17 ottobre […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy