Frana di Quincinetto: la Regione chiede lo stato d’emergenza. Dossier al ministero dei Trasporti

29/07/2019

CONDIVIDI

La richiesta ha l'obiettivo di sbloccare i lavori per la messa in sicurezza del tratto autostradale interessato spesso da improvvise chiusure

Stato d’emergenza per la frana di Quincinetto che incombe sul tratto autostradale della A5 Torino-Aosta: a richiederlo al governo è l’assessore ai Trasporti della Regione Piemonte Marco Gabusi che rende noto che il relativo dossier da inviare al competetente ministero è in fase di ultimazione. La richiesta ha l’obiettivo di sbloccare i lavori per la messa in sicurezza del tronco autostradale interessato. L’A5 è stata chiusa al traffico nella giornata di ieri, domenica 28 luglio, tra Pont Saint Martin e Ivrea a causa di un nuovo spostamento della frana e dal 2012 il tratto autostradale è spesso soggetto a blocchi della circolazione.

La scorsa settimana i tecnici della Protezione Civile hanno compiuto un sopralluogo e completato il dossier della Regione. Il documento è ora nelle mani del ministero dei Trasporti, in attesa del riscontro del prefetto, grazie al quale si potranno gestire le fasi del piano di emergenza.

“L’accelerazione sul dossier – ha spiegato Gabusi – è stata possibile grazie al contributo di tutti gli enti, e rappresenta il primo importante elemento dell’attuazione dell’accordo di programma sottoscritto con la Valle d’Aosta. E’ gia’ iniziata la fase di pre-progettazione, che in due o tre mesi ci portera’ a capire quali saranno le soluzioni tecniche migliori”.

Per l’assessore ai Trasporti della Valle d’Aosta, Luigi Bertschy “è necessario un coordinamento tra gli enti. Il presidente della Valle d’Aosta Antonio Fosson, nelle sue funzioni prefettizie, ha convocato il Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica. Obiettivo? Organizzare gli interventi delle forze dell’ordine e della Protezione civile in modo che il problema autostradale non impatti sulla sicurezza pubblica in caso di emergenza”.

Leggi anche

23/08/2019

Chivasso: assessore alle Politiche per la casa o primario in Cardiologia? Moretti sceglie l’ospedale

Martedì 20 agosto il dottor Claudio Moretti ha presentato, al Sindaco Claudio Castello, la sua lettera […]

leggi tutto...

23/08/2019

Costretti a frugare tra gli scarti del mercato. In aumento i nuovi poveri anche in Canavese

Anziani pensionati, esodati, persone rimaste senza lavoro, coppie di precari con figli in tenera età: sono […]

leggi tutto...

23/08/2019

Quassolo: auto esce di strada, sfonda la recinzione e si ribalta in un prato. Feriti due anziani coniugi

La Volkswagen Tiguan ha improvvisamente sbandato è uscita fuori strada e, dopo aver percorso un tratto […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy