Forno-Rivara: il trasporto privato per gli studenti funziona e raddoppia. Carente quello pubblico

Rivara

/

11/01/2016

CONDIVIDI

In Primavera incontro tra Città Metropolitana, Gtt, sindaci e dirigenti scolastici per ovviare ai disagi e trovare una soluzione adeguata

In attesa che il tavolo tecnico tra Gtt e Città Metropolitana sui problema dei disagi relativo al trasporto degli studenti a Rivara e Forno, sia convocato, il servizio istituito tramite il noleggio di bus privati ha riscosso un successo inaspettato, tanto che per soddisfare le richieste (per il prossimo anno scolastico saranno una settantina gli studenti che si iscriveranno al servizio di trasporto privato), sarà necessario noleggiare un altro autobus. La questione è stata sottoposta al sindaco di Rivara Gianluca Quarelli. Il problema, come è stato evidenziato nel momento in cui è esplosa la protesta degli studenti e dei genitori, è determinato dal fatto che gli orari di entrata e uscita degli studenti da scuola, non coincide con le corse preventivamente definite dal Gruppo Trasporti Torinesi che, in ogni caso, si è dimostrato disponibile a ovviare, per quanto possibile al problema.

Al tavolo di concertazione parteciperanno anche i dirigenti dei plessi scolastici presenti sul territorio canavesano in modo da uniformare gli orari delle lezioni e consentire agli studenti di poter usufruire del servizio di trasporto senza dover sostenere disagi ed evitare che si debba ricorrere al servizio privato. La problematica però, non riguarda soltanto i ragazzi: i disagi vanno inquadrati in un contesto decisamente più ampio che riguarda anche i pendolari e passeggeri che si debbono recare a Ivrea, la città dove sono accentrati gli uffici pubblici più importanti. E, dato che sulla tratta Rivarolo-Cuorgnè, la recenti modifiche apportate dal Gtt hanno risolto alcune problematiche, l’Amministrazione comunale di Forno chiederà che la società di trasporti pubblici faccia altrettanto sulla corsa Rivarolo-Forno delle 12,25.

La richiesta del miglioramento del servizio dei trasporti riguarderà anche i collegamenti con Ciriè. Una più efficiente rete di trasporti su gomma e su rotaia, ed è stato evidenziato in numerose occasioni, è un elemento fondamentale per migliorare e valorizzare il territorio canavesano che, da modello di passata efficienza, sta mostrando la vetustà e l’inadeguatezza di un piano dei trasporti vecchio di decenni.

Dov'è successo?

Leggi anche

Caselle

/

21/09/2018

Caselle, il raccordo non è considerato autostrada. Lo Stato non paga l’indennità agli agenti di polizia

Un’altra brutta storia all’italiana, l’ennesima: il raccordo R10 Torino-Caselle non è considerato un’autostrada e quindi gli […]

leggi tutto...

Cuorgnè

/

21/09/2018

Canavese: anche nei cinema di Cuorgnè, Ivrea e Chivasso il festival del cinema “Movie Tellers”

Parte “Movie Tellers-Narrazioni cinematografiche”, il festival itinerante del cinema promosso dall’omonima associazione che toccherà 26 cittadine […]

leggi tutto...

Torino

/

21/09/2018

Buoni pasto: la Regione Piemonte al tavolo convocato a Roma sul fallimento di “Qui! Group”

L’assessorato al Lavoro della Regione Piemonte ha partecipato ieri al tavolo convocato al ministero dello sviluppo […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy