Forno Canavese: uomo di 35 anni rischia la vita a causa delle esalazioni di una stufa difettosa

Forno Canavese

/

21/01/2016

CONDIVIDI

A salvare la vita dell'intossicato è stata la camera iperbarica di un ospedale torinese

Ha rischiato di morire intossicato dalle esalazioni emesse da una stufa malfunzionante situata in cucina. E’ successo a Forno Canavese durante la scorsa notte. A rischiare la vita mentre era immerso nel sonno, è stato un uomo di 35 anni di origini nordafricane che abita in un alloggio che sorge alla periferia del paese. La stufa, risultata piuttosto datata, a un certo punto della notte ha iniziato a rilasciare un fumo acre. Ad accorgersi di quanto stava accadendo sono stati due compagni dell’uomo che dormivano nella stanza accanto e che hanno trovato l’amico già privo di conoscenza. Sono stati loro a lanciare l’allarme.

Sul posto si è immediatamente recata un’ambulanza del 118. Il personale sanitario ha trasportato con estrema urgenza l’uomo al pronto soccorso di Ciriè. Gli esami medici hanno evidenziato che il paziente si trovava in un avanzato stato di intossicazione e hanno deciso che era necessario il trasferimento in una struttura sanitaria provvista di camera iperbarica. Una decisione che gli ha salvato la vita.

Sull’episodio indagano i carabinieri della Compagnia di Venaria che stanno eseguendo anche verifiche sulla proprietà dell’appartamento.  

Dov'è successo?

Leggi anche

21/08/2019

Ivrea, ragazza di 17 anni denuncia: “Il branco mi ha stuprata nel centro sociale”. Indaga la procura

Ha soltanto 17 anni la ragazza che ha denunciato di essere stata vittima di uno stupro. […]

leggi tutto...

21/08/2019

Lavoro: al via i tirocini retribuiti per 16 giovani laureati nell’ambito del commercio estero

Nuove opportunità di lavoro per i giovani offerte dalla Ceipiemonte (il Centro Estero Internalizzazione regionale) che […]

leggi tutto...

21/08/2019

Chivasso: i carabinieri espugnano in collina il bunker della droga. Due i trafficanti arrestati

Una fabbrica della marijuana, dal seme allo spinello, all’interno di una villa trasformata in un vero […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy