Fondi ai comuni confinanti con la Vallée: i sindaci canavesani incontrano il ministro Erika Stefani

Locana

/

11/03/2019

CONDIVIDI

I contributi per le aree territoriali svantaggiate confinanti con le Regioni a statuto speciale (ripristinato nell'ultima Finanziaria grazie ad un emendamento della Lega), interessa diversi Comuni delle vallate Piemontesi

Mercoledì 6 marzo si è tenuto a Roma presso il Ministero per gli Affari Regionali e le Autonomie un incontro tra alcuni amministratori comunali canavesani e il ministro Erika Stefani. L’appuntamento, al quale hanno partecipato tra gli altri il sindaco di Ronco Danilo Crosasso e il Sindaco di Locana Giovanni Bruno Mattiet assieme al Consigliere Comunale Mauro Guglielmetti, ha avuto come argomento focalizzante i contributi per i Comuni confinati con le Regioni a Statuto Speciale. Il fondo per le aree territoriali svantaggiate confinanti con le Regioni a statuto speciale (ripristinato nell’ultima Finanziaria grazie ad un emendamento della Lega), interessa diversi Comuni delle vallate Piemontesi.

“È stata per me un’enorme soddisfazione il fatto di aver potuto avvicinare i comuni delle nostre Valli alle Istituzioni maggiori: se in passato infatti venivano spesso ignorati e tenuti da parte dalla “politica che conta”, considerato anche l’esiguo numero di residenti, da qualche tempo invece c’è stata un’inversione di tendenza che mira a rimettere gli Enti Locali al centro dell’attenzione dell’attività legislativa. Il clima è stato molto collaborativo e costruttivo, grazie anche ad Erika Stefani, ministro che lavora con passione a favore dell’Autonomia dei nostri territori”, ha dichiarato a margine dell’incontro Andrea Cane, responsabile Nazionale degli Enti Locali della Lega.

Sul fatto che l’interazione tra ministeri e territorio sta a suo parere dando buono frutti il deputato canavesano della Lega Alessandro Giglio Vigna non ha dubbi di sorta: “Incontri come quello accaduto la scorsa settimana, richiesti dal territorio per sfruttare al meglio quest’occasione che concorre allo sviluppo locale sostenibile, è l’ennesimo segnale di una politica che sta cambiando: aver visto dei sindaci Canavesani a Roma, soddisfatti di poter incontrare ed interagire dal vivo con un Ministro della Repubblica, è stato per me uno dei momenti più alti da quando sono stato eletto, dal momento che il fine ultimo di tutte le nostre attività politiche parlamentari ritengo sia proprio di collaborare con gli enti locali per salvaguardare e difendere i Nostri Territori. La speranza ovviamente è che tutto ciò sia solo l’inizio di una sempre maggiore Indipendenza economica dei nostri comuni”.

Leggi anche

13/10/2019

Previsioni meteo: il tempo peggiora tra lunedì e martedì. Da mercoledì il ritorno alle belle giornate

Le previsioni meteoreologiche non hanno dubbi: allo stato attuale delle cose su Canavese, in Piemonte e […]

leggi tutto...

13/10/2019

Busano-Favria: incidente nella notte. Sbanda con l’auto e si ribalta fuori strada. 30enne in ospedale

Ha sbandato con l’auto ed è finito con l’auto nei prati che costeggiano la carreggiata: protagonista […]

leggi tutto...

13/10/2019

Cuorgnè: Carla Boggio riconfermata dai sindaci presidente del Consorzio Intercomunale Servizi

E’ Carla Boggio la presidente del Ciss 38 (il Centro Intercomunale Servizi) che ha sede nella […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy