Folle corsa sul filo dei 150 chilometri all’ora sul raccordo Torino-Caselle. La polizia arresta 2 uomini

Caselle

/

19/10/2018

CONDIVIDI

Dopo uno spettacolare e pericoloso inseguimento gli agenti hanno bloccato due uomini. Sull'auto sono stati trovati alcuni sacchetti contenente polvere bianca e del crack. Il conducente guidava senza patente

Quando hanno visto l’auto della polizia gli occupanti di una Citroen Saxo che stava viaggiando in Corso Grosseto a Torino ha improvvisamente cambiato dirigendosi a tutta velocità verso l’imbocco del raccordo autostradale RA 10 Torino-Caselle. E’ accaduto intorno alle tre della scorsa notte in piazza Revbaudengo a Torino. Gli agenti di polizia si sono insospettito per quell’improvviso cambio di marcia e si sono lanciati all’inseguimento dell’auto segnalando al conducente di accostare ai margini della strada.

Per tutta risposta l’automobilista ha accelerato, ha sbandato urtando contro il guardrail e, dopo aver compiuto alcune pericolose manovre, la Citroen Saxo è entrata a forte velocità nella Tangenziale Nord di Torino in direzione di Torino, nei pressi del casello autostradale di Settimo Torinese. Quando si è trovato di fronte a un Tir il conducente ha fatto fare all’automobile uno spettacolare testa coda e si immessa nella tangenziale in direzione Sud dove ha successivamente imboccato, sul filo dei 150 chilometri all’ora, lo svincolo per Borgaro dirigendosi verso Venaria Reale, dove, dopo aver evitato lo scontro con un altro camion ha imboccato una strada sterrata sempre inseguita dalle “volanti” della polizia.

Il conducente è stato costretto a fermare l’auto a causa di un cancello metallico che gli ha sbarrato la strada. Qui gli agenti di polizia hanno ammanettato due uomini che si trovavano a bordo dell’auto all’interno della quale sono stati trovati alcuni pezzi di crack e diversi involucri che contenevano polvere bianca.

Gli accertamenti hanno consentito di appurare che il conducente, un uomo di 46 anni, stava guidando senza patente perchè in precedenza era stato sorpreso mentre stava guidando sotto l’effetto della droga che aveva assunto. L’uomo e il passeggero (un italiano di 26 anni) sono stati arrestati con l’accusa di resistenza a pubblico ufficiale e denunciati in stato di libertà per detenzione di sostanze stupefacenti.

E’ terminata così una folla corsa che ha messo in pericolo non soltanto la vita dei due fuggitivi ma anche quelle di altri automobilisti e degli agenti della polizia di Stato.

Dov'è successo?

Leggi anche

05/07/2020

Coronavirus: il Gruppo Sagat ha aiutato le famiglie e gli alunni di San Maurizio e San Francesco al Campo

Nei giorni scorsi è stato approvato dal Consiglio di Amministrazione del Gruppo Sagat, Società di gestione […]

leggi tutto...

05/07/2020

Coronavirus in Piemonte: nessun decesso nelle ultime 24 ore. Sono 18 i nuovi casi positivi

L’Unità di Crisi della Regione Piemonte comunica che, alle ore 17,00 di oggi, domenica 5 luglio, […]

leggi tutto...

05/07/2020

San Giusto: commosso addio a Giorgio Poggio. Il sindaco Giosi Boggio: “Era un uomo speciale”

Aveva 86 anni Giorgio Poggio e a San Giusto Canavese era un’istituzione. La notizia della sua […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy