Federica Ranieri in Grijuela, 38 anni, è Violetta, la Vezzosa Mugnaia dello Storico Carnevale di Ivrea

Ivrea

/

02/03/2019

CONDIVIDI

Tripudio del pubblico durante la presentazione dal balcone del Palazzo di Città. Avvocato di professione, l’eroina della più sentita festa eporediese presenta tutti gli elementi più distintivi della "Vezzosa": caparbia e dal carattere molto forte, come un vero ariete, spirito libero e ribelle

Federica Ranieri in Grijuela, 38 anni, è la Vezzosa Mugnaia dello Storico Carnevale di Ivrea. Passionaria, esuberante ma al tempo stesso molto riservata, e soprattutto legatissima alle tradizioni del Carnevale: l’eroina della più sentita festa eporediese presenta tutti gli elementi più distintivi: caparbia e dal carattere molto forte, come un vero ariete, spirito libero e ribelle, talvolta perfino fuori dagli schemi, pur essendo un affermato avvocato e pur avendo fin da bambina sognato di vestire l’abito bianco della Vezzosa, il cui ruolo rappresenta la massima esaltazione di schemi e di una rigida tradizione consolidatasi nei secoli.

Nata a Torino l’11 aprile 1981 Federica arriva giovanissima a Ivrea al seguito dei genitori, entrambi stimati avvocati, e respira fin da subito il clima carnascialesco. A causa degli impegni lavorativi di mamma e papà, viene affidata per lunghi periodi a Laura Nicolotti, che ben presto rappresenta per lei ben più che una semplice tata. La famiglia Nicolotti, infatti, è molto legata a tutte le tradizioni della parte storica del nostro Carnevale.

Nel 1988 Federica inizia il suo percorso nel Carnevale. In quell’anno è Abbà per il rione di San Salvatore e, nel 1992, palafreniere per la sorella Cecilia, anche lei Abbà. A 14 anni la passione per la Battaglia delle arance porta Federica a entrare nell’Asso di Picche, ma dopo soli due anni, nel 1997, inizia l’avventura sui carri da getto. Oggi è normale vedere ragazze sui carri, ma allora era molto raro, ancor di più da minorenne. Il primo carro è “Il contado del Canavese”, ma ne seguono tanti altri tra cui “I falchi di Re Arduino”, “La vecchia Eporedia” e “I Cavalieri del Tricolore”, a cui Federica resta legata per molti anni, fino ad approdare a “I Conti Casana”, vincitori dell’ultima edizione del Carnevale nel tiro a quattro.

Su un altro carro è sbocciato anche l’amore con Luca Grijuela, il Toniotto, fino ad allora fedele arancere a piedi negli “Scorpioni d’Arduino”, a cui si è iscritto anche quest’anno: “I Cavalieri delle Rosse Torri” è il loro carro nel 2007 e nel 2008. Federica e Luca si erano conosciuti durante le vacanze di Natale di un paio di anni prima grazie all’amico comune Nicola e nel 2009 si sposano a Ivrea, andando a vivere fin da subito in Piazza Maretta, dove ogni anno si svolge la Fagiolata Benefica del Castellazzo, presso la quale Federica ha prestato servizio come “fagiolina” fino allo scorso anno.

Nel 2010 Federica e Luca sono stati sposi nella cerimonia della Zappata dello Scarlo di Sant’Ulderico. Negli anni successivi arrivano anche gli amatissimi figli, Jacopo Giacobbe (oggi 5 anni) e Leone Ramon (di 3 anni).

Leggi anche

23/02/2020

Emergenza Coronavirus, annullato il Carnevalone di Chivasso. Scuole e asili nido chiusi fino al 1° marzo

Cancellato. Il Carnevalone di Chivasso, previsto per domenica 1° marzo è stato cancellato a causa dell’emergenza […]

leggi tutto...

23/02/2020

Emergenza Coronavirus: il sindaco Stefano Sertoli sospende lo storico Carnevale di Ivrea

Sospeso per effetto dell’ordinanza emessa in giornata odierna dal presidnete della Regione Piemonte Alberto Cirio. Anche […]

leggi tutto...

23/02/2020

Leinì: si schiantano al ritorno dal Carnevale di Ivrea. In ospedale una coppia di giovani

Leinì: si schiantano al ritorno dal Carnevale di Ivrea. In ospedale due ragazzi poco più che […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy