Favria, Giorgio Cortese scrive al sindaco Ferrino: “Perchè non si interviene per migliorare il paese?”

Favria

/

10/11/2015

CONDIVIDI

Segnalati i tombini intasati, la riunione delle due Protezioni Civili, la piantumazione di nuovi alberi, via San Pietro sconnessa

Riceviamo e volentieri pubblichiamo una lettera aperta che l’ex sindaco Giorgio Cortese ha inviato al primo cittadino Serafino Ferrino: 

Al  Signor Sindaco

Comune di Favria

Lettera pubblica al Sindaco

Egregio Signor Sindaco, tra circa venti mesi rimetterà il suo mandato agli elettori.  Poiché è giusto cominciare a trarre un doveroso bilancio dell’operato Suo e della Giunta da Lei presieduta, mi permetto, anche se Lei non ritiene di dovermi rispondere, di segnalarLe alcune delle criticità esistenti, che sono certo Lei vorrà affrontare, allo scopo di concludere positivamente il Suo mandato, che io ritengo negativo ma sul quale si esprimerà la popolazione.

La via centrale, via San Pietro ha un manto stradale provvisorio sconnesso, e quando passo su quella strada mi sembra di essere su di una giostra della festa patronale peccato che non siamo a San Pietro ma in via San Pietro. Lei mi dirà che i lavori devono finire, ma anche provvisoria come può permette una posa del manto stradale in maniera così raffazzonata e scadente, ma forse lei non passa mai da quella via!

Signor Sindaco, un suo Consigliere mi ha accusato di fare demagogia nel pubblicare delle foto con dei tombini intasati, e pertanto impossibilitati a fare il loro mestiere, quello di raccoglier l’acqua nelle condutture. Ma allora perché non dispone un controllo di tombini e caditoie nel territorio comunale prima delle piogge invernali?

Signor Sindaco, Lei giustamente su segnalazione avuta e per la sicurezza di noi cittadini ha fatto abbattere delle piante nei parchi cittadini, ma nel frattempo altre piante, durante l’estate sono state colpite da insetti dannosi e si sono seccate. Perchè allora non fa asportare tali piante e provvede subito ad una nuova piantumazione nei parchi?

Signor Sindaco, tralascio il discorso del cedro del libano che prevedo verrà messo a dimora nella futura campagna elettorale.

Signor Sindaco mi domando quando deciderà di intervenire alla sistemazione della siepe lungo il perimetro di parco Martinotti , il rifacimento della siepe lungo il viale della Rimembranza e la posa di panchine vicino al parco giochi di parco Bonaudo?

Signor Sindaco a quando i lavori del nuovo lotto del cimitero? I concittadini non possono, magari, procrastinare la data della loro morte solo perché non ci sono i loculi, ed i relativi lavori devono ancora iniziare!

Dopo  aver promesso roboanti progetti e  non aver a mio avviso realizzato nulla o quasi di concreto, valuti se non sia il caso di dare alla popolazione qualche segnale positivo, che personalmente attendo ancora.

Un segnale carico anche di significato morale sarebbe quello se non di riunire le due Protezioni Civili che entrambe danno tanto lustro a noi  Favriesi con la rimozioni dei nidi di calabroni o al ritrovamento di persone scomparse, non dico una loro fusione, hanno ormai storie parallele ma una loro collaborazione attraverso una convenzione con la Protezione civile non comunale per attuare una sinergia di risorse umane e di mezzi.

La saluto augurandole buon lavoro e lasciandola a riflettere su quanto scritto, non aspettandomi una risposta scritta ma fatti concreti, “sed fugit interea fugit irreparabile tempus”.

Favria, 8.10.2015   

                                                                                                                                                           Giorgio Cortese           

Leggi anche

20/01/2018

Chivasso: raccolta di firme per impedire la chiusura dei reparti dell’ospedale a favore di Ivrea e Ciriè

E’ iniziata nella mattinata di sabato 20 gennaio una raccolta di firme riguardante la piena operatività […]

leggi tutto...

20/01/2018

Ivrea, la Lega Nord chiede che il Comune aderisca al Comitato promotore sul referendum autonomista

I consiglieri di Forza Italia, Tommaso Gilardini e Diego Borla, hanno presentato una mozione per chiedere […]

leggi tutto...

20/01/2018

Ivrea/Pavone: ritornano gl’incendi boschivi e torna la paura. Pompieri e volontari Aib al lavoro

Riprendono gl’incendi boschivi e in Canavese torna la paura: ad andare fuoco è stata una vasta […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy