Favria: discariche abusive nelle piazzole e nella boscaglia. E i contribuenti pagano per gl’incivili

Favria

/

20/01/2019

CONDIVIDI

Materassi, elettrodomestici e rifiuti di ogni tipo, giacciono abbandonati ai margini delle strade e delle aree industriali. Come arginare questo malcostume?

Ai margini delle strade e in mezzo alla boscaglia si trova un po’ di tutto: elettrodomestici vetusti, vecchi componenti d’arredo, materassi e cartaccia. Il problema investe tutto il territorio canavesano e quello di Favria non fa eccezione. Glì incivili e i maleducati abbondano e non si curano del fatto che le operazioni di bonica alla fine pesano sulle bollette di chi si comporta come si deve e rispetta le regole. E, a conti fatti, per colpa di qualcuno, pagano tutti.

Ad essere presa di mira in modo particolare dagli incivili è la zona industriale che si estende tra Favria e Busano. Ripulire non basta perchè poche ore il passaggio degli operatori ecologici, col favore delle tenebre, i “soliti ignoti” non esitano ad abbandonare nelle aree pubbliche ogni sorta di rifiuto. Stesso discorso vale per la “Favriasca”, ai confini con il comune di Front.

L’Alto Canavese detiene anche questo triste primato: scoraggiare i maleducati, con impianti di videosorveglianza in grado di scattare “foto-trappola” costa troppo e, alla fine, questo malcostume continua a gravare sulle bollette, sempre più care, dei contribuenti.

La soluzione? Costituire un consorzio tra i comuni maggiormente presi di mira dagli incivili per suddividere le spese di raccolta e smaltimento dei rifiuti abbandonati illecitamente. Un’idea sulla quale le amministrazioni interessate dal fenomeno potrebbero fare qualche seria riflessione.

Leggi anche

22/02/2020

Previsioni meteo: grazie all’anticiclone domenica all’insegna del bel tempo sul Nord e in Canavese

Previsioni meteo: grazie all’anticiclone domenica all’insegna del bel tempo sul Nord e in Canavese. Queste le […]

leggi tutto...

22/02/2020

Chivasso: violento scontro tra auto sull’autostrada Torino-Milano. In ospedale i due conducenti

Stavano viaggiando in direzione di Milano quando, per cause ancora in via di accertamento due autovetture […]

leggi tutto...

22/02/2020

Allerta Coronavirus: dopo i casi di contagio in Lombardia a Ivrea lo Storico Carnevale si farà comunque

L’allerta coronavirus, scattata anche in Piemonte dopo i due decessi e i 19 casi infetti registrati […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy