Favria: concerto Alpino per il 95° anniversario della fondazione del Gruppo delle Penne Nere

Favria

/

26/04/2019

CONDIVIDI

Apprezzata esibizione, mercoledì 24 aprile, della Filarmonica diretta dal maestro Alberto Pecchenino. Alla serata ha partecipato anche il soprano Roberta Pastorino che ha saputo dare vita a una commovente interpretazione dei brani 'Gorizia" e "Signore delle Cime"

Nella serata di mercoledì 24 aprile si è svolto a Favria alle ore 21,00 nel salone Polivalente, il concerto Alpino per il 95° anniversario della fondazione del Gruppo con la sempre attiva ed operosa Filarmonica Favriese, vivace e piacevole colonna sonora di ogni evento favriese.

Pubblichiamo il post pubblicato sul suo blog da Giorgio Cortese e relativo all’esibizione musicale che è stata particolarmente apprezzata dalla popolazione di Favria e alla storia dell’inno degli alpini.

” Trentatré è l’inno degli Alpini e, già il numero Trentatré si presta a varie interpretazioni. Alcuni dicono che Trentatré è il numero di battute al minuto dell’inno. Ad un profano come il sottoscritto, alla fine dello spettacolo un musico Alpino mi ha detto che 33 sono il numero dei colpi di tamburo per battere il ritmo in marcia, un colpo forte per ogni battuta. Una battuta corrisponde a due passi.

Trentatré erano i passi da fare al minuto marciando, contando il passo fatto sempre con il sinistro, e sul quale doveva sempre essere dato qualsiasi ordine di marcia. Trentatré per altri, si attribuirebbe al suono dei primi quattro accordi della marcia stessa che vagamente suonano come la parola.

Oltre alla sempre eccelsa Filarmonica favriese diretta dal maestro Alberto Pecchenino, un grazie al soprano Roberta Pastorini che ha superbamente interpretato ‘Gorizia’ e ‘Signore delle Cime’, generando nell’animo di noi presenti una intesa commozione. Con la ricorrenza del 95 anno di fondazione abbiamo fatto un viaggio della memoria, che mi ha fatto pensare, ancora una volta, che ‘la storia siamo noi, siamo noi che di passi alle adunate ne abbiamo fatti tanti e ricordiamo con emozione e orgoglio tutti gli alpini che sono andati avanti per non dimenticare mai i loro sacrifici a nostro beneficio e per la nostra libertà.

Giovedì XXV Aprile, presenti 4 consiglieri della sezione di Torino, 2 vessilli, 36 gruppi, il mal tempo ci ha graziati per la mattinata, per i discorsi di rito delle autorità ed oratori ufficiali, lasciandoci sfilare per l’alza bandiera, per la sfilata fino in Chiesa e dopo la Santa Messa nel portare le corone ai vari monumenti, consegna di una targa ricordo per alpino Vincenzo Damilano e discorso Alpino del Consigliere di sezione signor Cravero.

Successivamente un bellissimo pranzo presso l’Agriturismo La Desiderata ad Agliè dopo complice il buon cibo e l’ottimo vino, con l’atmosfera di cordiale ospitalità che ci contraddistingue abbiamo cantato le nostre canzoni e anche ricordato la memoria di due soci che hanno fatto un passo avanti, Teobaldo Cortese e Mario Appino, consegnando una medaglia ricordo alle vedove, e un presente anche ad un attivo e sempre presente disponibile membro del direttivo il segretario Sergio Feira. In conclusione posso dire che la grande nostra forza, come Alpini è che siamo nati come forza militare e abbiamo saputo trasformarci in un grande esercito di pace. Ritengo che gli alpini in servizio e in armi, sono per la nostra amata Italia, il salvadanaio del cuore! W gli Alpini. W l’Italia”.

Leggi anche

16/11/2019

Incidente stradale in via Salassa a Oglianico. Nello scontro tra due auto ferita una 23enne di Strambino

Una ragazza di 23 anni è rimasta ferita in seguito a uno scontro tra due autovetture […]

leggi tutto...

16/11/2019

Ivrea, inaugurata in ospedale la “Stanza Aurora” dove si può partorire come a casa

Oggi, sabato 16 novembre, presso l’Ostetricia e Ginecologia dell’Ospedale di Ivrea, diretta dal dottor Fabrizio Bogliatto, […]

leggi tutto...

16/11/2019

La Regione favorevole al nuovo ospedale di Ivrea. La manutenzione di quello vecchio è troppo costoso

L’accordo stretto tra Stato e Regioni ha messo sul tavolo 150 milioni di euro per l’edilizia […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy