Favria, Bellone nomina gli assessori: Lucia Valente, Lorella Rossi e Silvio Carruozzo nell’esecutivo

Favria

/

16/06/2017

CONDIVIDI

La giunta "ristretta" sarà affiancata da consiglieri incaricati che si occuperanno della gestione dei vari servizi comunali. Inizia la lotta agli sprechi

Sono trascorsi appena cinque giorni dalla sua elezione, ma Vittorio Bellone neo sindaco di Favria, è subito entrato in servizio: prima a causa della devastazione causata dal nubifragio che nel tardo pomeriggio di mercoledì scorso lo ha costretto a chiedere alla regione Piemonte lo stato di calamità naturale e, adesso, con la composizione della giunta comunale. Dell’esecutivo faranno parte, oltre al sindaco Bellone, tre assessori e alcuni consiglieri incaricati. Su questi, però, il primo cittadino deve ancora rivedere l’elenco e gl’incarichi. Certo è che a rivestire la carica di vicesindaco sarà Lucia Valente mentre Lorella Rossi assumerà la delega al Commercio e Silvio Carruozzo quelle all’Urbanistica, Edilizia e Lavori Pubblici. Il sindaco Vittorio Bellone terrà per sè, al momento le deleghe alla Viabilità, Protezione Civile, Personale, Politiche Sociali.

La scelta di dare vita a una giunta “ristretta” è stata obbligata perché il bilancio stilato dalle precedente amministrazione comunale guidata dal sindaco Serafino Ferrino, non ha stanziato risorse economiche sufficienti. Ma non è tutto: Vittorio Bellone sapeva, dopo tanti anni trascorsi all’opposizione, di trovare nel caso in cui avesse vinto, una situazione difficile, ma la realtà supera, stando a quanto afferma, ogni supposizione.

“Dobbiamo rimboccarci subito le maniche per ridisegnare il nuovo volto sociale di Favria – spiega Vittorio Bellone-. Al di là del debito di oltre 1 milione e 300 mila euro legato alla Casa di Riposo e che vincola il Comune per i prossimi anni, dovremo fare in conti con una pianta organica insufficiente e che deve essere forzatamente ricostituita. Non sarà un lavoro facile ma abbiamo tutta l’intenzione e la determinatezza per realizzare quanto abbiamo illustrato ai cittadina durante la scorsa campagna elettorale”. E’ il caso dei responsabili di servizi che lavorano a scavalco in convenzione con altri comuni: una soluzione adottata dalla passata amministrazione che, di fatto, ha bloccato il turn-over senza sostituire i dipendenti che sono andati in pensione.

“E’ necessario che la macchina comunale funzioni al meglio se vogliamo che la comunità tragga evidenti benefici – conclude il primo cittadino -. Daremo vita, fin da subito, a una lotta serrata agli sprechi. Faccio un esempio su tutti: abbiamo scoperto che il Comune pagava abbonamenti mensili per telefoni cellulari che non venivano usati. Ed nostra ferma intenzione fare in modo che ogni centesimo speso dall’amministrazione comunale sia investito per migliorare la qualità della vita dell’intera comunità”.a

Dov'è successo?

Leggi anche

20/10/2019

E’ di Levone il piccolo genio della matematica che a 11 anni ha sbaragliato migliaia di concorrenti

Frequenta la scuola media all’Istituto comprensivo di Caselle, lo studente 11enne di Levone che si è […]

leggi tutto...

20/10/2019

Leinì: la 23enne Denise è morta in un tragico incidente stradale. Il ricordo disperato del padre e degli amici

Denise Puglia, 23 anni, residente ad Alice Superiore in Val di Chy e Angelo Raffaele Torchia, […]

leggi tutto...

20/10/2019

Vische-Mazzè: banda di ladri fa saltare in aria due bancomat. I carabinieri sulle tracce dei malviventi

Intorno alle 1,30 circa della notte di domenica 20 ottobre,  a Vische e nella vicina Tonengo […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy