Eporediese: operaio di 45 anni perseguitava l’ex amante. Arrestato per stalking e violenza sessuale

Ivrea

/

17/03/2017

CONDIVIDI

La donna era stata baciata senza il suo consenso. Il giudice ha disposto il divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati abitualmente dalla vittima

I carabinieri della Compagnia di Ivrea hanno arrestato in flagranza di reato un operaio 45enne ritenuto responsabile di stalking, violenza sessuale e porto di armi ed oggetti atti ad offendere. L’uomo, coniugato, da qualche tempo perseguitava la sua ex amante, con cui aveva avuto una relazione sentimentale in passato, costringendola più volte, dietro minaccia, ad incontrarlo senza il suo consenso.

L’ultimo episodio ha avuto luogo lo scorso venerdì, in un comune dell’Eporediese, quando il 45enne, dopo aver tentato più volte di convincere la donna ad incontrarlo, si è presentato a casa sua intorno alle 21,00 e, minacciandola, l’ha costretta ad aprirgli la porta e a farlo entrare in abitazione, dove l’ha baciata contro la sua volontà.

La donna era fortunatamente riuscita a chiamare il 112 prima di cedere alle minacce dell’uomo. Una pattuglia di carabinieri è infatti tempestivamente intervenuta, bloccandolo e conducendolo in caserma, dove è stato dichiarato in arresto per atti persecutori e violenza sessuale.

Nei suoi confronti è scattata anche una denuncia per porto di armi ed oggetti atti ad offendere: nel bagagliaio della sua autovettura i militari hanno infatti rinvenuto due coltelli portati senza giustificato motivo. Dopo aver trascorso la notte agli arresti domiciliari, l’uomo è stato portato innanzi al Gip di Ivrea, che ha convalidato l’arresto e ha disposto nei suoi confronti la misura cautelare del divieto di avvicinamento ai luoghi abitualmente frequentati dalla vittima ed il divieto assoluto di comunicare con ogni mezzo – incluso il telefono – con la donna.

Dov'è successo?

Leggi anche

Leinì

/

18/10/2018

Leinì: avevano una villa abusiva e rubavano energia elettrica. I carabinieri denunciano due nomadi

Era tutto abusivo: la villa, una baracca e un prefabbricato che serviva da servizio igienico. A […]

leggi tutto...

Ivrea

/

18/10/2018

Morti Olivetti: tutti assolti perchè il fatto non sussiste. La Corte d’Appello: non ci sono prove per condannare

Non ci sono prove sufficienti per provare la responsabilità dei vertici Olivetti dei dirigenti dell’azienda in […]

leggi tutto...

Rivarolo Canavese

/

18/10/2018

“Canavesana” più sicura: Regione e Rfi firmano il protocollo sicurezza. Lavori in tempi rapidi

Verrà firmato a breve il protocollo tra Regione Piemonte e Rfi che consentirà di dare il […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy