Elezioni: la Corte d’Appello di Torino accoglie il ricorso del Pd e Avetta torna in corsa per il Senato

31/01/2018

CONDIVIDI

La candidatura era stata sospesa perchè nel modulo non era stato specificato l'incarico pubblico dell'autenticatore. Dopo 24 ore il via libera

Il candidato al senato del Pd nel collegio Chieri- Settimo Torinese-Ivrea Alberto Avetta, potrà partecipare alla competizione elettorale del prossimo 4 marzo. Lo ha stabilito alle 12,00 di oggi mercoledì 31 gennaio, la commissione elettorale della Corte d’Appello di Torino che ha accolto le argomentazioni presentate dal Pd in merito all’errore di forma nella compilazione del modulo di candidatura.

Dopo 24 ore di tensione il sindaco di Cossano e presidente dell’Anci piemontese e il Partito Democratico, possono tirare un comprensibile sospiro di sollievo. Di fatto la candidatura era stata sospesa a causa della mancata indicazione nel modulo dell’incarico per esteso di Domenico Carretta, incaricato dell’autenticazione delle candidature, consigliere comunale di Torino e segretario torinese del Partito Democratico.

Alberto Avetta, candidato nel Collegio 1 del Senato era assistito dagli avvocati Dell’Anna e Barosio. Fatta chiarezza sull’errore materiale e ottenuto il disco verde dalla Corte d’Appello di Torino, Avetta torna in corsa e il Pd potrà contare sul suo candidato: se la sospensione fosse stata confermata, il partito non avrebbe potuto candidare nessun altro al posto di Alberto Avetta, uno degli esponenti politici di rilievo del Partito Democratico regionale.

Dov'è successo?

Leggi anche

08/08/2020

San Maurizio: rapinatori prendono d’assalto l’ufficio postale e prendono a pugni l’impiegato

L’azione è stata fulminea e i due banditi hanno agito a volto scoperto: hanno atteso che […]

leggi tutto...

08/08/2020

Coronavirus in Piemonte: 31 nuovi casi di contagio (25 asintomatici) e nessun decesso. 30 i guariti

Coronavirus in Piemonte: 31 nuovi casi di contagio (25 asintomatici) e nessun decesso. 30 i guariti. […]

leggi tutto...

08/08/2020

Noasca: la Festa patronale si farà, ma i soldi dei fuochi di artificio saranno donati all’ospedale di Cuorgnè

Noasca: la Festa patronale si farà, ma i soldi dei fuochi di artificio saranno donati all’ospedale […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy