Nasce l’Agenzia per lo Sviluppo del Canavese. Lo scopo? Programmare la crescita del territorio

Canavese

/

19/03/2019

CONDIVIDI

L'ente è presieduto da Fabrizio Gea: "L'obiettivo di fare squadra e di portare a compimento miglioramenti significativi per uno sviluppo sostenibile e duraturo". Per questo è stata costituita un'apposita commissione che esaminerà 19 priorità da affrontare in tempi stretti

Fattibilità Reale e Unità Sinergica: sono queste le due parole chiave che hanno consentito ai principali attori, economico-sociali e politico-amministrativi del Canavese, di far nascere uno strumento di programmazione negoziata incardinato su quattro assi tematici – Industria e Attività produttive, Infrastrutture e Trasporti, Formazione e Istruzione, Turismo Cultura e Sport – costruito per individuare e realizzare le priorità territoriali con una visione incentrata sul gioco di squadra. L’Agenzia ha debuttato nella giornata di lunedì 18 marzo a Strambinello con un convegno dedicato alle criticità delle infrastrutture territoriali.

L’Agenzia per lo Sviluppo del Canavese rappresenta infatti lo strumento di sintesi, di coordinamento, di comunicazione, di un nuovo metodo di lavoro, partecipativo e trasversale, che analizza in modo inclusivo le problematiche territoriali, raccoglie le istanze e i bisogni di intervento e di sviluppo, e consente alle singole Commissioni di operare per raggiungere risultati concreti e rispondenti alle esigenze e alle evoluzioni del territorio.

Tra gli asset strategici fondamentali per connettere il Canavese ad un nuovo e importante sviluppo economico, vi sono le Infrastrutture: trasporti, qualità e sicurezza di strade e linee ferroviarie sono parti imprescindibili per la sopravvivenza di un territorio come quello canavesano, estremamente articolato come identità amministrativa, servizi e siti industriali. Attraverso l’avvio della Commissione Infrastrutture dell’Agenzia per lo Sviluppo del Canavese, sono state prese in carico le prime importanti priorità, l’adeguamento e la messa a norma del Ponte dei Preti, il rifacimento del tratto tra Lombardore e Salassa della Statale 460 e la realizzazione del Peduncolo di Ivrea.

Queste saranno oggetto di un lavoro concreto e coordinato sul quale vi sarà una puntuale e periodica accountability. “I primi compiti dell’Agenzia per lo Sviluppo, dopo la definizione del Consiglio Direttivo e del Consiglio Generale -spiega Fabrizio Gea, Presidente dell’Agenzia per lo Sviluppo del Canavese – sono stati quelli di produrre un quadro degli interventi di maggior significato tra quelli inseriti nel Piano di Sviluppo e, sulla base delle scelte fatte, di assegnare alle Commissioni di lavoro il compito di svilupparli. Tra queste, la Commissione Infrastrutture, la prima a partire per rispondere ad una chiara esigenza di territorio: servono interventi per rendere il Canavese più attrattivo e competitivo, a livello industriale, di servizi, di connettività materiale e immateriale”.

Per questo, a giudizio di Fabrizio Gea serve un lavoro di squadra tra le forze economiche e sociali e il mondo istituzionale e amministrativo, ecco il perché oggi sono presenti tanti stakeholder di territorio, tanti sindaci e i rappresentanti di Regione e Città Metropolitana. Non basta, serve una volontà pragmatica e perpetrata nel tempo e un’organizzazione, l’Agenzia per l’appunto, che coordini e comunichi step by step l’avanzamento dei lavori – conclude il presidente -. Un metodo di operare nuovo per il nostro territorio, con l’obiettivo di fare squadra e di portare a compimento miglioramenti significativi per uno sviluppo territoriale sostenibile e duraturo”.

Leggi anche

05/06/2020

Ceresole: il paese accoglie gratuitamente 150 infermieri e medici che hanno combattuto il Covid

Ceresole Reale è un piccolo comune. Un centro abitato in Valle Orco di 167 abitanti che […]

leggi tutto...

05/06/2020

Piemonte: scattano le denunce per la “bufala” sulle mascherine tossiche distribuite dalla Regione

“La Regione Piemonte sta procedendo a denunciare per procurato allarme quanti hanno dato visibilità all’ignobile accusa […]

leggi tutto...

05/06/2020

Coronavirus in Piemonte: negli ospedali si svuotano e chiudono i reparti Covid. Ma risalgono i contagi

L’Unità di Crisi della Regione Piemonte ha comunicato che oggi, venerdì 5 giugno, i pazienti virologicamente […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy