Canavese: niente rincari del pedaggio autostradale. Aumento, invece, per il traforo del Monte Bianco

Quincinetto

/

02/01/2019

CONDIVIDI

Percorrere l'autostrada A5 in Valle d'Aosta, da Quincinetto in poi, costerà in media il 6,32% in più. Nessun rincaro per la tangenziale di Torino, l'A4 Torino-Milano e la "bretella" Ivrea-Santhià

Nel 90% della rete autostradale della Penisola l’arrivo del nuovo anno non coinciderà con i rincari dei pedaggi autostradali e così sarà anche per i tratti che riguardano il Canavese e il Piemonte. Sull’A5 Torino-Aosta, il costo del transito nel tratto compreso tra il capoluogo e Quincinetto è rimasto invariato mentre da ieri, primo gennaio 2019, percorrere l’autostrada in Valle d’Aosta costerà in media il 6,32% in più compreso il tratto che porta al traforo del Monte Bianco. La società Ativa ha deciso di non applicare nessun aumento a dispetto del fatto che la convenzione con il ministero dei Trasporti sia scaduta da oltre un anno. La società gestisce l’autostrada A5 fino al confine veldostano, la bretella autostradale Ivrea-Santhià e la tangenziale di Torino.

Nessun aumento, quindi, per il biglietto di accesso alla tangen ziale per i viaggiatori canavesani e per la percorrenza fino alla barriera autostradale di Rondissone. Costi invariati anche per il pedaggio dell’A4 Torino-Milano. Per quanto invece concerne il tronco autostradale Valdostano la Rav (la società concessionaria) ha evidenziato che l’incremento del pedaggio non verrà applicato ai pendolari e ai residenti in Valle d’Aosta che posseggono veicoli di classe A, quali motocicli e autovetture e che siano provvisti di Telepass: condizione essenziale è che siano aderenti al sistema di agevolazioni a loro riservato e che ne facciano richiesta alla società concessionaria (2 transiti gratuiti ogni 4 e suoi multipli, fino ad un massimo di 48 transiti mensili).

E non è tutto: fino alla fine dell’anno in corso rimangono immutate le agevolazioni Telepass concesse dalla società che gestisce il tratto autostradale come, ad esempio l’utilizzo gratuito della tangenziale di Aosta e le riduzioni di importo applicate ai transiti in entrata e in uscita agli svincoli liberi di Aosta Ovest e di Morgex. Provvedimenti che, in quale modo, ammortizza non poco la stangata fiscale legata al pedaggio che colpirà la gran parte degli autotrasportatori e degli automobilisti.

Leggi anche

22/11/2019

San Giusto: lavori urgenti nella scuola primaria e media. Il sindaco Giosi Boggio chiude gli edifici

I lavori per rendere più sicure le scuole non erano più differibili e il sindaco di […]

leggi tutto...

22/11/2019

Maltempo, allerta in Piemonte per la pioggia. Le valli del Canavese “sorvegliate speciali”

Il Centro funzionale della Regione Piemonte ha emesso allerta arancione (codice 2, moderata criticità) per quanto […]

leggi tutto...

22/11/2019

Mathi: aveva allestito un canile abusivo in uno dei suoi terreni. Denunciato imprenditore agricolo

A Mathi, nel Canavese, i carabinieri della locale stazione, in collaborazione con i colleghi del Nas […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy