Economia, acquistando on line su “Bottegadellalpe”, si frena lo spopolamento delle valli montane

Ceresole Reale

/

13/12/2016

CONDIVIDI

L'iniziativa varata dall'Uncem intende rilanciare l'economia delle valli canavesane e piemontesi. Da oggi è possibile acquistare on line i prodotti d'eccellenza

Il progetto elaborato dall’Uncem (l’Unione nazionale delle Comunità Montane) ha come  principale obiettivo il rilancio reale e non virtuale dell’economia montana. Un progetto che mira anche a evitare che il fenomeno del graduale spopolamento dei piccoli comuni montani delle valli canavesane e piemontesi continui inarrestabile. Qual è la ricetta per favorire il rilancio economico? Acquistando i tanti prodotti tipici prodotti dagli artigiani e piccoli produttori locali che stanno attraversano, in questo grave momento di congiuntura economica, difficoltà di non poco conto. E pensare che c’è miele VolAvìa, prodotto sulle pendici del Monviso, il Pastis di Argalà di Roccavione, le composte della Cooperativa Piccoli Frutti della Val Sangone, il panettone artigianale del Bottegone di Viola, gli infusi Valverbe di Melle, il sapone all’uva di Nebbiolo di Luve, i Torcetti di Lanzo del Turcet, ma anche gli oggetti artigianali in legno di Marco Rolando di Ceresole Reale. E, naturalmente, i “vini eroici” prodotti sui versanti alpini e sui terrazzamenti, non senza alcune contaminazioni con le eccellenze vitivinicole di Langa oppure con il riso della Baraggia vercellese di Musso e ancora con l’olio extra vergine d’oliva Nocellara del Belice Bio dell’azienda agricola Case Sgaraglino.

Ed ecco che l’Uncem ha realizzato un portale informatico e-commerce, multiprodotto e multiproduttore, alle piccole aziende agricole e artigiane delle valli alpine e appenniniche del Piemonte. I produttori che aderiscono al sito sono in graduale aumento. Basta collegarsi ad internet, accedere al sito, per ordinare on line e ricevere direttamente presso la propria abitazione le confezioni con le migliori eccellenze della montagna piemontese e canavesana. È l’unico nel suo genere che esista in Italia”, evidenzia Marco Cavaletto, da tre anni impegnato sul progetto. Nell’autunno, www.bottegadellalpe.it, con la sua sezione di e-commerce shop.bottegadellalpe.it, ha visto andare on line anche le patate gialle e viola prodotte da Ivo Negro nel piccolo borgo di Bourcet di Roure, in Val Chisone, e i Marroni Val di Susa Igp della Cooperativa La Maruna.

“Anche con loro, piccolissimi produttori – evidenzia Cavaletto – abbiamo fatto un patto etico, fondato sulla necessità di dare visibilità e nuove frontiere di vendita a prodotto, produttore e territorio. Non ci interessano gli utili facili di altri mega venditori, on line o diretti. Vogliamo permettere alla montagna e a chi la tiene in vita di avere nuove opportunità di marketing, senza costo e senza rischi. Per questo, aspettiamo volentieri nuovi produttori che vogliano andare su Bottega dell’Alpe”.
In occasione di Natale e delle feste, su shop.bottegadellalpe.it, è possibile ordinare e ricevere a casa una serie di pacchi regalo, composti da diversi prodotti d’eccellenza delle aree montane: vini, biscotti, tisane, panettoni, olio, prodotti da forno, riso, miele, antipasti e condimenti sottovetro, succhi di frutta, saponi, liquori. Ogni confezione natalizia ha il nome di una valle o di una montagna del Piemonte.

“Si può ordinare subito sul sito, con un semplice clic. In pochi giorni i prodotti arrivano a casa o si possono inviare a famigliari e collaboratori, in tutt’Italia – conclude Marco Cavaletto – Crediamo possa essere un buon modo per realizzare il claim del progetto Uncem, ‘Compra in valle, la Montagna vivrà“. Ci crediamo molto in questa iniziativa e il sito Bottega dell’Alpe è un segnale della vitalità delle Terre Alte e delle sue aziende”.

Dov'è successo?

Leggi anche

Ivrea

/

23/09/2017

Sanità: mancano infermieri negli ospedali. Il Nursind proclama lo stato di agitazione

Il Nursind, il sindacato delle professioni infermieristiche proclama lo stato di agitazione e si prepara a […]

leggi tutto...

Ciriè

/

23/09/2017

Ciriè, stalker di 22 anni aggredisce per strada la ragazza che lo aveva rifiutato. In manette

Quell’avvenente ragazza turbava, da quando l’aveva incontrata, i suoi sogni: più volte Andrea G., 22 anni, […]

leggi tutto...

Cuorgnè

/

23/09/2017

Cuorgnè: la Madonna della Rivassola torna al suo posto dopo il restauro pagato dal sindaco

Aveva avuto luogo lo scorso mese di inizio agosto la spiacevole sorpresa che aveva indignato i […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy