E’ già libero il giovane di Busano che nella fuga con l’auto cercò di investire due agenti Polstrada

Busano

/

06/10/2018

CONDIVIDI

Il giovane ha patteggiato la pena ed è stato condannato dal giudice a nove mesi di reclusione con la condizionale

Aveva cercato di investire gli agenti di una pattuglia della Polstrada che gli avevano fatto segno di accostare con l’auto a bordo strada e ha dato vita a una folle corsa inseguito dalle “volanti” della polizia e dalle “gazzelle” dei carabinieri delle Compagnie di Venaria e Ivrea.

Una corsa a tutta velocità, con tanto di colpi di pistola sparati per aria per fermare il fuggitivo, compiuta a bordo di una Renault Clio. Una corsa che, dal raccordo autostradale Torino-Caselle, si è snodata lungo l’ex strada statale 460 fino in via Bonaudi a Rivarolo Canavese dove il giovane di 27 anni, residente a Busano, già noto alle forze dell’ordine, è stato costretto a fermarsi dopo un violento speronamento.

E’ accaduto nella serata di giovedì 4 ottobre. Il giovane viaggiava su un’auto non assicurata. L’uomo che in aula è stato difeso dall’avvocato Ferdinando Ferrero, ha patteggiato la pena e il giudice del tribunale di Ivrea lo ha condannato a nove mesi di reclusione con la condizionale. Il che vuol dire che il giovane è già libero.

Dov'è successo?

Leggi anche

Ciriè

/

19/02/2019

Ginecologia a Ciriè: il sabato appuntamento con l’iniziativa dell’Asl T04 “Le donne incontrano le ostetriche”

L’Asl T04 organizza il ciclo di appuntamenti gratuiti “Le donne incontrano le ostetriche”, che si svolgeranno […]

leggi tutto...

Belmonte

/

19/02/2019

Spettacoli teatrali e conferenze per tenere viva l’attenzione dei canavesani sul futuro del Sacro Monte di Belmonte

Tante iniziative per tenere desta l’attenzione dei canavesani e delle istituzioni locali sul Santuario di Belmone, […]

leggi tutto...

Castellamonte

/

18/02/2019

Castellamonte: sulle scuole è scontro al vetriolo tra il sindaco Mazza e il dirigente Morgando

E’ polemica al vetriolo tra il dirigente delle scuole castellamontesi Federico Morgando e l’Amministrazione comunale. Il […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy