Due banditi assaltano un bar, il titolare si ribella e ne fa arrestare uno dalla polizia

Ivrea

/

31/05/2015

CONDIVIDI

Il complice si è dato alla macchia ma la sua fuga potrebbe avere le ore contate

Sono le 19 del 30 maggio: due banditi entrano nel caffè Torino che si trova nella centralissima piazza La Marmora a Ivrea con l’intenzione di rapinare il titolare dell’incasso della giornata. Sono attimi terrore ma la pronta reazione del titolare ha mandato in fumo le intenzioni dei due rapinatori. Un malvivente è stato arrestato dalla polizia, prontamente avvertita mentre il complice è ancora in fuga.

I fatti: alle 19, come detto, i due rapinatori sono entrati nel bar con il volto coperto da caschi e con le pistole in pugno (forse finte). Il titolare del bar-ricavitoria ha reagito con grande coraggio e anzichè consegnare il denaro ha saltato il bancone e si è avventato su uno dei due rapinatori, bloccandolo.

Il complice, vista che “il colpo” era ormai fallito, ha preferito darsela a gambe. Sul posto sono immediatamente intervenuti gli agenti del commissariato di Ivrea. Il rapinatore bloccato all’interno del bar è stato prontamente arrestato. Il colpo, se fosse riuscito, avrebbe fruttato 1500 euro. Il fuggitivo potrebbe avere le ore contate. La polizia è sulle sue tracce e presto le manette potrebbero scattare anche ai suoi polsi.

Dov'è successo?

Leggi anche

17/11/2019

Maltempo in Canavese: nelle Valli di Lanzo e in Valle Orco ancora case senza elettricità

“Ritengo gravissimo che l’energia elettrica nelle valli alpine e appenniniche, in particolare in diverse zone delle […]

leggi tutto...

17/11/2019

Oglianico: uno speciale albero di Natale realizzato con lana e uncinetto per aiutare chi è in difficoltà

Un albero di Natale fuori dai canoni classici, cucito con ago, filo, uncinetto e lana. Un’opera […]

leggi tutto...

17/11/2019

Levone: padre, madre e figlio 16enne spacciavano droga in casa. Due denunce e un arresto

Attività di contrasto dei carabinieri contro la criminalità diffusa nella provincia di Torino. 3 arresti e […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy