Droga: i carabinieri di Leinì hanno scoperto e smantellato una “centrale” dello spaccio di hashish

17/03/2018

CONDIVIDI

Arrestati due pusher nordafricani. Ritrovati oltre dieci chilogrammi di stupefacenti

E’ seguendo alcuni tossicodipendenti di Leinì che i carabinieri della locale stazione hanno scoperto e smantellato una delle “centrali” dello spaccio di droga nella seconda cintura di Torino. Al termine del blitz compiuto nei giorni scorsi, i carabinieri hanno arrestato due fratelli di origine nordafricana, rispettivamente di 30 e 18 anni. Il nodo nevralgico dello spaccio era stato allestito in un appartamento di lungo Stura Istria 60 a Torino.

Grazie all’infallibile fiuto del cane Quark del Nucleo cinofili di Volpiano, i carabinieri hanno rinvenuto nell’appartamento mille ovuli giganti di hashish (10 chilogrammi in tutto) e 5 panetti di hashish da 100 grammi ciascuno da confezionare.

Il cane Quark è stato nel recente passato protagonista di altre brillanti operazioni antidroga. I due fratelli sono stati arrestati. Le indagini proseguono per ricostruire la rete di spaccio che facevano capo al “fortino” della droga che riforniva parte di Torino e del Basso Canavese.

Dov'è successo?

Leggi anche

20/08/2019

Firmato in Regione l’accordo per incentivare il ritorno degli immigrati nei Paesi d’origine

Vuole dare impulso al rimpatrio volontario assistito il progetto sperimentale contenuto in un accordo firmato il […]

leggi tutto...

20/08/2019

Ceresole, afflusso record di turisti. Il vicesindaco Mauro Durbano: “Merito di tutto il paese”

Ottimi risultati per la stagione turistica a Ceresole. Tantissime le presenze registrate e numerosi gli eventi […]

leggi tutto...

20/08/2019

Canavese: Poste Italiane investe nel decoro urbano e nei servizi destinati ai piccoli comuni

Sei nuovi Atm Postamat installati, 15 barriere architettoniche abbattute, 34 paesi interessati dal progetto “decoro urbano”, […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy