Dramma a Caluso: Fiat Punto si schianta contro un palo e prende fuoco. Morto operaio di 52 anni

26/03/2018

CONDIVIDI

L'incidente mortale ha avuto luogo sulla statale 26 alle porte di Arè. La vittima abitava in frazione Pogliani di Chivasso inasieme all'anziana madre e al fratello. Inutili i soccorsi

Si stava recando al lavoro quando, per cause ancora in via di accertamento ha perso il controllo dell’auto e si è schiantato contro un palo dell’illuminazione pubblica: l’auto ha preso immediatamente fuoco mentre il condudcente si trovava ancora a bordo. E’ stata una morta tragica quella di Marco Pagliarin, 52 anni, originario del Vercellese, ma residente in frazione Pogliani di Chivasso con il fratello e l’anziana madre. L’incidente mortale ha avuto luogo nella prima mattinata di oggi, lunedì 286 marzo, poco dopo le sette del mattino alle porte della frazione Arè di Caluso.

L’uomo si stava recando al lavoro (era dipendente di un’azienda di Mercenasco) quando non è più riuscito (forse a causa di un’improvviso malore) a controllare la Grande Punto che stava guidando. A lanciare l’allarme sono stati alcuni automobilisti di passaggio. Sul luogo sono immediatamente intervenuti i carabinieri del nucleo radiomobile di Chivasso che hanno provveduto ad estrarre l’automobilista dall’abitacolo che è stato affidato alle cure del personale del Soccorso Avanzato del 118 che hanno tentato di tutto per rianimare l’uomo.

Ogni disperato tentativo si è purtroppo rivelato vano. A domare il rogo e a mettere in sicurezza l’automobile sono stati i vigili del fuoco del distaccamento di Ivrea. Nel drammatico incudente stradale non state coinvolte altre automobili. Marco Pagliarin era uscito di casa come di consueto per ercarsi al lavoro. A ricostruire la dinamica saranno ni carabinieri.

Traffico in tilt su un lungo tratto della statale 26 della Valle d’Aosta a causa del restringento della careggiata dovuto alle operazioni di soccorso e alla rimozione dell’auto incidentata. La salma si trova a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

(Immagine di repertorio)

Dov'è successo?

Leggi anche

30/05/2020

Coronavirus, il presidente della Regione: “Abbiamo i numeri per riaprire i confini il 3 giugno”

Ospite di Tgcom24 il presidente Alberto Cirio ha affermato che “il Piemonte ha i numeri in […]

leggi tutto...

30/05/2020

Coronavirus in Piemonte: oggi, sabato 30 maggio 7 decessi e 82 contagi. Il Covid-19 rimane tra noi

L’Unità di Crisi della Regione Piemonte comunica che oggi sabato 30 maggio, i pazienti virologicamente guariti, […]

leggi tutto...

30/05/2020

Chivasso, messaggio del sindaco Castello: “Abbiamo riaperto i mercati ma la prudenza è d’obbligo”

Pubblichiamo il messaggio che il sindaco di Chivasso Claudio Castello rivolge ai cittadini dove si fa […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy