Dopo 50 anni Ivrea si scopre di centrodestra. E Stefano Sertoli è il nuovo sindaco della città

Ivrea

/

25/06/2018

CONDIVIDI

"Adesso si cambia". È stata questo il primo commento di Stefano Sertoli a mezzanotte, nel momento in cui è stato superato il quorum di 4.644 voti, pari al 50% più 1 degli elettori e nella sede elettorale del centrodestra si sono stappate le bottiglie di champagne per festeggiare una vittoria non del tutto scontata contro un avversario di tutto rispetto come Maurizio Perinetti

Terminate le operazioni di spoglio delle schede del ballottaggio, Ivrea ha scoperto nella notte di domenica 24 giugno, di avere un’anima di destra. Stefano Sertoli, espressione del centrodestra, appoggiato da alcune liste civiche, da Forza Italia e dalla Lega Nord è il nuovo sindaco di Ivrea, dopo mezzo secolo di predominio assoluto della sinistra prima e del centrosinistra dopo. Una vittoria clamorosa che forse chiude in conti con un passato non esattamente brillante. I numeri d’altro canto non lasciano adito a dubbi sulla vittoria netta di Sertoli: la coalizione di centrodestra ha ottenuto 4.795 voti, pari al 52,61% degli aventi diritto al voto. E la vittoria è dovuta alle 1.770 preferenze in più rispetto a quelle registrate nel primo turno.

Nella vittoria di Stefano Sertoli si sono  quindi rivelati determinanti i voti del Movimento 5 Stelle e di Comotto. Lo sfidante Maaurizio Perinetti che poteva contare sul sostegno del Pd e dal centrosinistra, si è fermato a 4.319 voti pari al 47,39% dei suffragi.

“Adesso si cambia”. È stata questo il primo commento di Stefano Sertoli a mezzanotte, nel momento in cui è stato superato il quorum di 4.644 voti, pari al 50% più 1 degli elettori e nella sede elettorale del centrodestra si sono stappate le bottiglie di champagne per festeggiare una vittoria non del tutto scontata. Fedele alla tradizionale e consolidata tradizione elettorale degli ultimi decenni, in realtà a vincere virtualmente le elezioni amministrative è stato il partito dell’astensione.

La svolta politica è clamorosa e Stefano Sertoli, imprenditore nel settore dell’editoria, ne è prefrettamente consapevole: “Adesso si cambia”. È stato questo il primo commento espresso a caldo da Stefano Sertoli a mezzanotte, nel momento in cui è stato superato il quorum di 4.644 voti, pari al 50% più 1 degli elettori.

“La fiducia affidata a me e alla mia squadra ci sprona a dare il meglio di noi e a cercare di rendere Ivrea migliore attraverso il lavoro che faremo nei prossimi cinque anni – commenta il nuovo primo cittasdino eporediese – nonostante una partecipazione al voto non altissima”.

Nel ringraziare tutta la squadra che lo supportato nel duro lavoro degli ultimi mesi, il pensiero di Stefano è andato anche e principalmente alla famiglia: “Esprimo un sentitissimo ringraziamento a mia moglie e ai miei figli. Anche se non sono mai apparsi, per mia scelta, mi hanno sempre sostenuto e mi hanno aiutato anche nel risolvere tutti i problemi, piccoli e grandi, che in questi mesi si sono presentati”.
Il lavoro da svolgere è molto: “Mi concedo qualche ora per fare calare la tensione accumulata in tutte queste settimane, dopo di che a testa bassa nel definire i ruoli di governo e subito a lavorare per far sì che quanto dichiarato durante questa campagna elettorale non rimangano sterili promesse, ma vere attività che facciano il bene della città e dei suoi cittadino”.

Il primo impegno ufficiale del nuovo sindaco sarà il sostenere la candidatura Unesco della città: tra pochi giorni Sertoli salirà sull’aereo in direzione Baharein, insieme al suo predecessore Carlo Della Pepa: “Come nuovo sindaco è mio dovere essere a fianco di Carlo, che in questi anni ha lavorato per arrivare a questo riconoscimento – commenta Sertoli -. Dobbiamo portare a casa il risultato, se no oltre due anni di attività e centinaia di migliaia di euro spesi sarebbero sprecati. Sarà poi compito mio e della mia Giunta proseguire il lavoro e riuscire a trasformare questo riconoscimento in un vantaggio di marketing territoriale”.

Dov'è successo?

Leggi anche

Canavese

/

22/07/2018

Coldiretti Piemonte: sono 337 le “Bandiere del gusto” che valorizzano i prodotti alimentari regionali

Salgono al numero record di 5.056 le “Bandiere del gusto” Made in Italy a tavola nel […]

leggi tutto...

Rivarolo Canavese

/

22/07/2018

Previsioni meteo: addio aria fresca. Da lunedì 23 luglio torneranno il caldo estivo e l’afa

Tornano il caldo e l’afa dopo la parentesi di instabilità che ha caratterizzato il fine settimana: […]

leggi tutto...

Venaria

/

22/07/2018

Giovane donna di Venaria trovata morta in una camera di albergo di Torino. E’ giallo

A trovare il cadavere di Jole Lauro, in una stanza dell’hotel Miramonti di Torino, è stata […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy