Cuorgnè-Valperga: l’assessorato regionale all’Istruzione istituisce due nuovi istituti scolastici comprensivi

Cuorgnè

/

12/12/2018

CONDIVIDI

Soddisfatta l'assessora Pentenero: "Confermiamo in questo modo il modello scolastico basato sulla continuità educativa e sull’integrazione di competenze tra docenti di vario grado"

Sale a 340 il numero totale di istituti comprensivi in Piemonte, di cui 162 nell’area metropolitana di Torino, mentre il numero delle autonomie scolastiche in Piemonte passa da 540 a 534 (a cui si aggiungono 12 centri per l’istruzione degli adulti). La revisione della rete scolastica piemontese per il prossimo anno è stata approvata oggi dalla giunta regionale, su proposta dell’assessora all’Istruzione Gianna Pentenero, insieme al piano dell’offerta formativa per l’anno scolastico 2019/2020.

La delibera regionale prevede, per quanto riguarda il primo ciclo, l’istituzione di 9 nuovi istituti comprensivi, di cui 7 a Torino (nelle circoscrizioni 1, 6 e 8), uno a Cuorgné e uno nel comune di Valperga; l’accorpamento di due istituti comprensivi, uno in provincia di Novara e uno nel Verbano Cusio Ossola; l’istituzione di 5 nuove sedi di scuola dell’infanzia statale, per garantire il servizio a seguito della chiusura di altrettante scuole paritarie (una in provincia di Alessandria, una in provincia di Novara, tre nel Comune di Torino) e di una nuova sede di scuola primaria presso l’ospedale di Alessandria.

Per quanto riguarda il secondo ciclo, viene istituita una nuova sede di scuola secondaria di II grado a Santo Stefano Belbo (Cuneo), legato all’Istituto “Umberto I” di Alba ed è previsto l’accorpamento dell’Istituto “Nervi Fermi” al “Vinci Migliora” di Alessandria.

“Sono soddisfatta dell’approvazione del piano regionale, che recepisce i piani redatti dalle Province e da Città Metropolitana, prevedendo l’istituzione nella nostra regione di nove istituti comprensivi – spiega l’assessore regionale all’Istruzione della Regione Gianna Pentenero – . Confermiamo così la bontà di questo modello, basato sulla continuità educativa e sull’integrazione di competenze ed esperienze tra i docenti di vario grado. Si rafforza inoltre l’offerta formativa delle scuole superiori, con l’istituzione di nove nuovi indirizzi nelle province di Alessandria, Cuneo e nell’area metropolitana di Torino”.

Leggi anche

20/11/2019

Busano: i mille anni di fondazione del paese rivivono nel successo della mostra fotografica itinerante

Terza di una serie di manifestazioni organizzate per i festeggiamenti dei mille anni della fondazione del […]

leggi tutto...

20/11/2019

Torino-Aosta: dopo due giorni di chiusura riapre al traffico il tratto tra San Giorgio e Scarmagno

Riapre al traffico l’autostrada A5 in direzione di Aosta. Dopo 48 ore di grandi disagi per […]

leggi tutto...

20/11/2019

Karate: i giovani atleti della Rem Bu Kan di Rivarolo conquistano due ori e fanno man bassa di premi

Domenica 17 novembre presso il palazzetto dello sport Cavalier Gerardi, a Cigliano, organizzato dall’Asd Karate Bushido […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy