Cuorgnè: va a fuoco una palazzina in via Arduino. I vigili del fuoco salvano otto persone

Cuorgnè

/

10/04/2016

CONDIVIDI

Se non fosse stato per la tempestività dei pompieri, il bilancio avrebbe potuto essere tragico. L'apprezzamento del sindaco Pezzetto

E’ nel ballatoio dell’abitazione che, presumibilmente sono scoppiate le fiamme che, nell’arco di pochi minuti hanno iniziato a diffondersi nell’intero caseggiato. E’ accaduto questa mattina, intorno alle cinque, in un edificio della centralissima e storica via Arduino, che ospita la conosciuta associazione “Mastropietro”, da anni impegnata nel recupero e dell’assistenza di persone che versano in serie difficoltà. All’interno del caseggiato si trovavano in quel momento otto persone, di cui due dormivano nell’alloggio maggiormente esposto all’incendio. Tutti gli occupanti erano immersi nel sonno.

Nell’arco di pochi minuti sul luogo dell’incendio sono accorse sette squadre dei vigili del fuoco del distaccamento volontario di Cuorgnè, di Ivrea e Castellamonte. L’intervento è stato rapido: grazie alla professionalità e allo spirito di abnegazione che caratterizza il loro operato, i pompieri sono riusciti a domare, dopo tre ore di febbrile lavoro, le fiamme e a mettere in salvo le otto persone che si trovavano nella palazzina. I vigili del fuoco anche soccorso alcuni anziani che risiedono accanto all’edificio andato a fuoco e in comprensibile stato di shock.

Sul luogo è anche intervenuto il sindaco di Cuorgnè Beppe Pezzetto che, a operazione terminate ha postato sul suo profilo Facebook il suo apprezzamento per l’intervento dei pompieri: “Questa notte, ancora una volta, ho potuto apprezzare la professionalità e lo spirito di servizio dei nostri vigili del fuoco. Dobbiamo essere orgogliosi di avere persone così. Grazie a tutti voi”.

I carabinieri della stazione di Cuorgnè stanno indagando per accertare le cause che hanno originato il rogo mentre l’associazione “Mastropietro” dovrà trovare una sistemazione provvisoria per il ricovero dei suoi assistiti. Lunedì mattina i tecnici del Comune effettueranno un sopralluogo nell’edificio per verificarne l’effettiva agibilità e quantificare i danni causati dal fuoco.

Dov'è successo?

Leggi anche

18/10/2019

Pont Canavese: riprendono le ricerche per risolvere il “giallo” della scomparsa di Elisa Gualandi

Svanita nel nulla: il “giallo” che circonda la scomparsa di Elisa Gualandi, 54 anni, impiegata al […]

leggi tutto...

18/10/2019

Piemonte e Canavese: 35 milioni dal ministero dell’Ambiente contro il rischio idrogeologico

Sono quasi 35 i milioni di euro assegnati dal Ministero dell’Ambiente al Piemonte per la mitigazione […]

leggi tutto...

18/10/2019

Il Canavese al Rallylegend di S. Marino: l’equipaggio Diaco-Sparvieri conquista il 3° posto di classe

Successo canavesano al Rallylegend di San Marino. L’equipaggio canavesano Diaco-Sparvieri, firmato Team Fast Drivers, ha conseguito […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy