Cuorgnè, il sindaco Beppe Pezzetto coinvolto in un incidente stradale in via Brigate Partigiane

Cuorgnè

/

05/03/2017

CONDIVIDI

Illeso il primo cittadino. In ospedale i due giovani che viaggiavano sull'altra auto

Era appena uscito da un locale pubblico per fare ritorno a casa: dopo essere salito sulla sua Jeep Renegade ha imboccato il controviale di via Brigate Partigiane quando si è scontrato con una Fiat Grande Punto a bordo della quale si trovavano due giovani. Protagonista dell’incidente è stato, nella serata di venerdì 3 marzo, il sindaco di Cuorgnè Beppe Pezzetto.

Dopo l’urto l’automezzo del primo cittadino è finita contro l’auto dell’assessore Davide Pieruccini che, fino a pochi minuti prima, si trovava in compagnia del sindaco e che aveva parcheggiato l’automobile a fianco del marciapiedi.

Beppe Pezzetto è sceso dalla Jeep e ha prestato soccorso ai due malcapitati giovani fino all’arrivo del personale sanitario del 118. Il primo cittadino è rimasto illeso, mentre il conducente della Fiat Grande Punto e il passeggero che si trovava con lui, sono stati condotti al pronto soccorso dell’Ospedale di Cuorgnè dove i medici li hanno sottoposti a ulteriori accertamenti clinici. I due giovani sono stati dimessi poche ore dopo l’incidente stradale.

Dov'è successo?

Leggi anche

Castellamonte

/

24/11/2017

Castellamonte, in biblioteca il laboratorio creativo per trasformare in doni gli oggetti riciclati

E’ dedicato alle imminenti feste natalizie il laboratorio creativo dal titolo “Aspettando il Natale…” per bambini […]

leggi tutto...

Rivarolo Canavese

/

24/11/2017

Liceo linguistico al “Moro” di Rivarolo: è finalmente arrivato l’assenso della Città Metropolitana

L’Istituto di Istruzione Superiore “Aldo Moro” di Rivarolo Canavese potrà contare dal prossimo anno scolastico, su […]

leggi tutto...

Caselle

/

24/11/2017

La procura ha incaricato il casellese Mauro Esposito di far luce sulla tragedia di piazza San Carlo

Sarà l’architetto casellese Mauro Esposito, l’imprenditore casellese  testimone di giustizia che ha svelato la presenza della […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy