Cuorgnè, segnalatori per limitare la velocità delle auto nelle vie Gobetti, Alpette e Galimberti

Cuorgnè

/

11/05/2017

CONDIVIDI

Sono occorsi anni di sollecitazioni affinchè la Città Metropolitana intervenisse. A breve l'installazione dei segnalatori

Ci sono voluti anni di sollecitazioni ma alla fine il sindaco di Cuorgnè Beppe Pezzetto e l’assessore Fava, a loro volta sollecitati dai tanti cittadini che vivono lungo le vie Gobetti, Alpette e Galimberti, la Città Metropolitana di cui sono di competenza i tratti stradali, si è attivata per l’installazione di quattro punti con specifici segnalatori per limitare la velocità dei mezzi su quei tratti. Una zona che negli ultimi giorni è stata teatro di ennesimo incidente stradale.

I segnalatori verranno installati sui tratti di competenza della Città Metropolitana, a ridosso della scuola elementare di frazione Priacco.

“Abbiamo fatto molto in questi anni per mettere in sicurezza le vie di nostra competenza e la drastica riduzione degli incidenti ci ha dato ragione, e su questa “strada” è nostra intenzione proseguire, abbiamo fatto una scelta che al momento è di tipo preventivo e non sanzionatorio, confidiamo che il senso civico faccia il resto” spiega il sindaco Beppe Pezzetto.

“Senza il buonsenso di chi guida non ci sono soluzioni che tengano, è un primo passo ma il senso civico non può essere sostituito – commenta l’assessore Silvia Leto -. In un momento di grandissima ristrettezza economica ottenere questo intervento da parte della Città Metropolitana non è stato affatto banale, Dopo diversi  incontri svolti con i responsabili della viabilità, l’ingegner Tizzani  e Ingegner Magnino  coadiuvati dal geometra Vaccarono si è raggiunto un risultato importante e data una risposta alla richiesta di maggior sicurezza”.

Gli amministratori ringraziano anche i consiglieri della Città Metropolitana Iaria, Ruzzola e Castello per il loro supporto mentre il primo cittadino ringrazia l’assessore Mauro Fava per la tenacia con la quale ha affrontato il problema. Il materiale è già stato accantonato nei magazzini del Comune e in tempi rapidi i segnalatori dovrebbero essere installati in breve tempo.

 

Dov'è successo?

Leggi anche

Canavese

/

19/08/2018

Sanità: un medico su tre del 118 è precario. Un Comitato chiede contratti di lavoro regolari

Un medico sue tre in servizio al 118 è precario: lo denuncia il Campest 118 Piemonte, […]

leggi tutto...

Favria

/

19/08/2018

Italiani, popolo di… (dal Blog di Giorgio Cortese)

“Italiani, popolo di eroi, di santi, di poeti, di artisti, di navigatori, di colonizzatori, di trasmigratori…” […]

leggi tutto...

Settimo Torinese

/

19/08/2018

Settimo Torinese: litiga con il patrigno e lo uccide a colpi di pistola. Fermato un giovane di 26 anni

Ha ucciso il patrigno dopo una banale discussione: la vittima è Domenico Gatti, 59 anni, ex […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy