Cuorgnè: sabato 19 maggio l’ultimo saluto al carabiniere Raffaele Patrono morto a 59 anni

17/05/2018

CONDIVIDI

Dopo l'autopsia, la procura di Ivrea ha rilasciato il http:\\/\\/canavesenews.itaosta per lo svolgimento delle esequie. L'ex militare la scia la moglie e due figli, uno dei quali presta servizio nell'Arma

E’ nella chiesa parrocchiale di San Dalmazzo di Cuorgnè che sabato 19 maggio alle ore 10,30 saranno celebrati i funerali di Raffaele Patrono, il carabiniere in congedo residente con la famiglia a Valperga. stroncato a soli 59 anni da un malore fulminante. L’uomo si era sentito male nella serata di sabato 12 maggio all’interno del bar Sport di Cuorgnè, mentre nella piazza prospiciente i cuorgnatesi festeggiavano la prima uscita di re Arduino e della regina Berta.

Raffaele Patrono, originario della Puglia, era stato immediatamente soccorso dall’amico Corrado Marocco che si trovava con lui: Marocco medico anestesista in servizio all’ospedale di Cuorgnè ha tentato di tutto per rianimare l’uomo fino a quando non sono arrivate le équipe del 118: tutti i tentativi di salvare la vita di Raffaele Patrono si sono rivelati vani. Nella giornata di ieri il medico legale ha depositato in procura la relazione relativa all’autopsia.

La magistratura ha rilasciato il nullaosta per le esequie. Raffaele Patrono era conosciuto e apprezzato per il servizio prestato nell’Atma dei carabinieri: un servizio caratterizzato da una profonda lealtà e onestà. Anni fa venne ferito a una spalla durante un conflitto a fuioco con alcuni banditi e in seguito venne travolto a Salassa da un’auto civetta mentre era in corso un’operazuone finalizzata all’arresto di due estorsori.

Nella serata di venerdì 18 maggio alle 20,30 sarà recitato il Santo Rosario sempre nella parrocchiale di San Dalmazzo. Raffaele Patrono lascia la moglie Ornella i figli Sara con il marito Simone ed Antonio (anch’egli, come il padre, presta servizio nei carabinieri). Non fiori ma offerte per beneficienza.

Dov'è successo?

Leggi anche

17/11/2019

Maltempo in Canavese: nelle Valli di Lanzo e in Valle Orco ancora case senza elettricità

“Ritengo gravissimo che l’energia elettrica nelle valli alpine e appenniniche, in particolare in diverse zone delle […]

leggi tutto...

17/11/2019

Oglianico: uno speciale albero di Natale realizzato con lana e uncinetto per aiutare chi è in difficoltà

Un albero di Natale fuori dai canoni classici, cucito con ago, filo, uncinetto e lana. Un’opera […]

leggi tutto...

17/11/2019

Levone: padre, madre e figlio 16enne spacciavano droga in casa. Due denunce e un arresto

Attività di contrasto dei carabinieri contro la criminalità diffusa nella provincia di Torino. 3 arresti e […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy