Cuorgnè, muore a soli 36 anni per un male incurabile che lo ha stroncato in pochi mesi

Cuorgnè

/

14/01/2016

CONDIVIDI

L'uomo dipendente dell'Osva di Valperga, lascia la moglie, di origine marocchina e due bimbi piccoli. Amici e colleghi si sono stretti intorno alla famiglia

Prima Massimiliano Trione, stroncato da un infarto a 44 anni. Poi Carmine Gagliardi di soli 36 anni, residente a Cuorgnè, vittima di un tumore così fulmineo da averne provocato il decesso in pochi mesi. Carmine aveva 36 anni ed era molto conosciuto a Cuorgnè. Dipendente della ditta Osva di Valperga, abitava con la famiglia in via Cesare Pavese, alla periferia di Cuorgnè. Dal giorno in cui i medici hanno emesso la terribile diagnosi, Carmine, confortato dalla moglie Zahira, di origini marocchine, ha lottato contro la malattia con tutte le sue forze. Ma il male asintomatico che lo aveva aggredito era ad uno stadio così avanzato che ogni cura si è rivelata vana.

Oltre alla moglie, Carmine Gagliardi, un uomo generoso, grande lavoratore come lo ricordano i colleghi, dal carattere sensibile, lascia due bambini (un maschio e una femmina), la mamma Maria, il papà Alfonso e la sorella Francesca. Dopo il matrimonio Carmine si era convertito alla fede islamica. Una conversione che non lo aveva fatto cambiare. A dimostrazione di quanto il giovane fosse apprezzato, il titolare della Osva di Valperga, Michele Rosboch ha deciso di chiudere l’azienda per consentire ai colleghi di Carmine di partecipare alle esequie. Un gesto di particolare sensibilità che, al di là delle esigenze dell’azienda, dimostra in concreto quanto Carmine Gagliardi fosse considerato anche dai datori di lavoro.

La salma è stata tumulata, alla presenza di una gran folla, nel cimitero di Cuorgnè. Amici, parenti, semplici conoscenti, si sono stretti intorno alla famiglia per dimostrare affetto e solidarietà con la dovuta riservatezza. Cuorgnè è doppiamente in lutto per aver perso due suoi figli in un modo così improvviso e, soprattutto, in giovane età.

Dov'è successo?

Leggi anche

22/02/2018

Caselle, torna il parcheggio a pagamento. Adesso si potranno usare bancomat e carta di credito

A Caselle, dopo mesi di parcheggio libero e a volte caotico, tornano le strisce blu: dal […]

leggi tutto...

22/02/2018

Salerano: Ottino si dimette da sindaco, il prefetto scioglie il consiglio e commissaria il comune

Lascia l’Italia per raggiungere la famiglia in Portogallo e Salerano, comune di poco più di 500 […]

leggi tutto...

22/02/2018

Borgaro: i vandali danneggiano il monumento del Grande Torino. Ed è polemica

Non c’è limite all’imbecillità e non c’è limite alla mancanza di rispetto per la memoria dei […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy