Cuorgnè: la moria del pesci nel Gallenga indigna il popolo del web. Il sindaco Pezzetto: “Indagherò”

Cuorgnè

/

14/08/2017

CONDIVIDI

Indignati anche i pescatori che rimarcano come in casi del genere siano i primi ad intervenire per salvaguardare il delicato ecosistema fluviale

Centinaia di pesci morti, asfissiati per mancanza di acqua: è successo nei giorni scorsi nel torrente Gallenca. A documentare in drammatiche immagini fotografiche la morìa su Facebook è stato Matteo Passera che ha affidato al post pubblicato tutto il suo sdegno rivolto soprattutto nei confronti di chi gestisce la rete idrica territoriale.

Molti internauti hanno espresso sorpresa, costernazione e accese proteste. Vittime del prosciugamento delle pozze sono stati numerose specie di pesce e pregiati gamberi di fiume. Indignati sono anche i pescatori che ribadiscono come in casi come questi siano i primi a provvedere a rimettere i pesci in tratti che non sono a rischio siccità.

Sulla vicenda, a parte il sindaco di Cuorgnè Beppe Pezzetto, non si registrano commenti ufficiali: “Apprendo oggi della moria di pesci e gamberi che l’abbassamento del livello dell’acqua nel fiume Gallenca ha provocato. Non so quali siano state le concause che oltre al caldo inteso delle scorse settimane, hanno provocato uno stato di secca così pronunciato del torrente su tutto il suo percorso, compreso ovviamente il tratto che attraversa Cuorgnè – afferma il primo cittadino -.  In settima cercherò di capire quali siano le cause e i soggetti interessati, per provare a fare in modo che la situazione nel futuro non si ripeta o si possa quantomeno gestire. Leggo che la segnalazione arriva da parte di alcuni pescatori che ringrazio, anche se personalmente sono dispiaciuto più per i pesci e per i gamberi (la cui presenza denota la bontà delle nostre acque)”.

Dov'è successo?

Leggi anche

07/07/2020

Coronavirus: finora in Piemonte 4mila 107 decessi. Crescono i guariti. 5 i nuovi contagiati

L’Unità di Crisi della Regione Piemonte comunica che alle 17,00 di oggi, martedì 7 luglio, i […]

leggi tutto...

07/07/2020

Chivasso: caschi, tute protettive e guanti al personale. Ecco come la Lilt ha aiutato l’ospedale

Una grande catena solidale che ha consentito di donare all’ospedale di Chivasso 9mila guanti, 600 mascherine […]

leggi tutto...

07/07/2020

Sanità: arriva l’infermiere di famiglia che affiancherà il medico di base nella cura dei pazienti

Affiancherà il medico di famiglia per assicurare una migliore assistenza sanitaria ai pazienti. È l’infermiere di […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy