Cuorgnè: il Torneo di Maggio alla Corte di Re Arduino, con la corsa delle botti, sta entrando nel vivo

Cuorgnè

/

20/05/2016

CONDIVIDI

Una serata dal tepore primaverile ha accompagnato questo tradizionale appuntamento con la rievocazione storica. Bettole aperte a un pubblico festante

Il Torneo di Maggio alla Corte di Re Arduino, giunto quest’anno alla 28° edizione, è entrato nel vivo graziato, per una volta, dalla pioggia che caratterizzato le ultime edizioni. Ancora una volta l’attiva Pro loco cuorgnatese, in collaborazione con l’amministrazione comunale e i borghi cittadini, ha messo a punto una manifestazione di grande interesse storico, culturale, in cui la rievocazione storica si sposa con la tradizione millenaria legata alla presenza di Re Arduino, Marchese di Ivrea, morto il14 ottobre 1014, nell’abbazia della Fruttuaria a San Benigno, eretta (con l’appoggio del monarca) dall’amico Guglielmo da Volpiano. Manifestazioni di simpatia e applausi per Sergio Seren Rosso che veste i panni di Re Arduino e di Simona Greco e nel ruolo della Regina Berta. Nella serata di venerdì 20 maggio hanno avuto luogo nell’ordine l’apertura alle 19,00 della cassa cambio e delle antiche bettole allestite dalla Pro loco in collaborazione con i Borghi cuorgnatesi.

Grande successo, com’era del resto prevedibile, per il Corteo storico che attraversato tra due ali di folla plaudente la storica via Arduino dove sorge il pregevole palazzo del Marchese, primo Re d’Italia, e, soprattutto, grande tifo per le squadre in costume partecipanti alla tradizionale “Corsa dij Butaj” valida come 5° prova del Palio dei sette Borghi. Nell’intervallo si è svolta, a cura dell’ordine delle Ex Regine, la consegna del manto e spilla alla Regina 2015. Il Gruppo Beoni ha invece proclamato la damigella Beona. Alle 23,00 nel cuore del centro storico la Regina e la Corte hanno onorato le bettole allestite dai Borghi. La manifestazione ha avuto termine all’una del mattino con la chiusura delle bettole e della cassa Cambio. Una folla non strabocchevole di visitatori ha animato la serata, ma per la serata di sabato 21 e domenica 22 maggio si attende l’arrivo di un pubblico decisamente numeroso..

Questo il programma di Sabato 20 maggio: dalle ore 19,00 avrà luogo l’apertura della Cassa Cambio, delle antiche bettole e mercato medievale. Dalle ore 20,00 alle 01,00: il centro storico offrirà uno  spaccato di vita medievale con esibizioni d’arme, giocolieri e giullarate da parte dei gruppi provenienti da tutta Italia. Nel cortile del palazzo municipale sarà allestito l’accampamento d’Armi e, nell’area Rex Imperi di piazza Pinelli, saranno ospitati spettacoli continui di tutti i gruppi presenti. Sempre nella centrale piazza Pinelli si svolgerà l’inizio del festival incentrato sui combattimenti storici, sul festiva del combattimento storico “Gladio Rex Imperi” valido come pre-selezione di scherma storica per il festival denominato “Festum Laminis” e il premio “Torneo di Maggio dedicato ai sette borghi cuorgnatesi. Alle ore 21,39, in via Arduino, le “getti festanti accolgono in un Borgo illuminato dalla luce delle torce Re Arduino, la Regina Berta, la loro Corte ed armata con cavalleria. Ospiti de lo borgo antico: il Minotauro, Folet dla Magra, I Credendari di Ivrea, Il Gruppo Storico Adelaide di Susa, La  Castellata di Chiaverano, gli Sbandieratori di Oglianico, gli Chevaliers de Arpitan e tanti altri”. Le bettole rimarranno aperte fino alle tre del mattino seguente. L’ingresso nel centro storico costerà due euro. L’ingresso è gratuito per i soci della Pro loco che dovranno esibire la tessera del 2016, per i residenti del centro storico che dovranno munirsi del documento di identità.

Dov'è successo?

Leggi anche

Strambino

/

21/09/2017

Strambino: incidente nei pressi del Lidl. Un uomo in scooter è stato travolto e ferito da un’automobile

Serio incidente nel pomeriggio di mercoledì 20 settembre a Strambino all’ingresso del supermercato Lidl situato in […]

leggi tutto...

Ingria

/

21/09/2017

Ingria: dopo il rifiuto di Torino sarà il piccolo comune a ospitare la goliardica e contestata “Gara dei rutti”

Quel che Torino ha sdegnosamente rifiutato, il piccolo Comune canavesano di Ingria ha accettato: domenica 24 […]

leggi tutto...

Caselle

/

21/09/2017

Caselle: gli aerei decollano e le tegole volano. Stanziati 70mila euro per ancorare i “coppi” ai tetti delle case

Quando gli aerei decollano o atterrano, volano anche le tegole: a Caselle è ormai la norma, […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy