Cuorgnè: a fuoco un’abitazione. Trovato in una stanza il corpo senza vita di un pensionato

12/02/2020

CONDIVIDI

Le indagini per appurare le cause del decesso sono ancora in corso. Il 71enne, vittima della tragedia, abitava da solo in una casa indipendente

Potrebbe essere aver perso la vita a causa del fumo respirato durante l’incendio che si era sviluppato nella sua abitazione. Giovanni Carmerlo aveva 71 anni ed è stato trovato cadavere quando l’incendio è stato domato dai vigili del fuoco. La tragedia ha avuto luogo nella serata di ieri, martedì 11 febbraio, dopo le 20,30 in una casa indipendente di via VIII Marzo a Cuorgnè nei pressi dell’Ipercoop.

A dare l’allarme sono stati alcuni vicini quando si sono resi conto che dall’edificio usciva del fumo. Le indagini sulle cause della morte sono ancora in corso: il pensionato potrebbe essere morto per intossicazione o perché avrebbe potuto essere colto da malore prima che si sviluppasse il rogo. Il corpo è stato rinvenuto in una stanza dell’appartamento parzialmente carbonizzato.

Sarà il medico legale al termine dell’autopsia a chiarire le cause del decesso. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco e i carabinieri della Compagnia di Ivrea. L’uomo abitava da solo. La salma del pensionato è stata composta presso le camere mortuarie dell’ospedale di Cuorgnè a disposizione dell’autorità giudiziaria. (Immagine di repertorio).

Leggi anche

16/02/2020

Salerano Canavese: è morto all’età di 84 anni Giovanni Avonto, storico dirigente della Fim-Cisl regionale

Si è spento all’età di 84 anni, all’Hospice di Salerano Canavese, Giovanni Avonto, già Presidente della […]

leggi tutto...

16/02/2020

Storico Carnevale di Ivrea: è già operativo il sistema per acquistare on line i biglietti d’ingresso

In occasione dello Storico Carnevale di Ivrea l’accesso alla città nella giornata di domenica 23 febbraio […]

leggi tutto...

16/02/2020

Sfacelo Canavesana: ancora guasti e ritardi. E la Lega convoca in Regione Trenitalia e Gtt

Il 2020 per la Canavesana si è aperto e sta continuando sulla falsariga di quelli precedenti: […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy