Cuorgnè: ex carabiniere di 59 anni stroncato da un malore nella serata del 30° Torneo di Maggio

13/05/2018

CONDIVIDI

L'uomo si è sentito improvvisamente male mentre si trovava al bar Sport. I medici del 118 lo hanno rianimato, ma Raffaele Patrono è morto poco dopo il suo arrivo in ospedale

Era stato colto da un improvviso e grave malore, nella serata di ieri, sabato 13 nmaggio, al bar Sport di Cuorgnè, poco dopo il passaggio del corteo dello storico Torneo di Maggio alla corte di re Arduino. Soccorso e trasportato con eliambulanza in ospedale è morto poco dopo per arresto cardiaco. Ha perso la vita così Raffaele Patrono, 59 anni, carabiniere in congedo residente a Valperga.

Il drammatico episodio si è verificato intorno alle 21,00: l’uomo si è improvvisamente accasciato al suolo mentre si trovava all’interno del locale pubblico che si affaccia in piazza Martiri della Libertà. Sul luogo è tempestivamente accorso il personale medico del Soccorso Avanzato del 118 che hanno tentato a lungo di rianimarlo praticando a Raffaele Patrono il massaggio cardio-polmonare. La manovra aveva registrato un esito positivo: nel frattempo al campo sportivo cuorgnatese è atterrata l’eliambulanza del 118 che ha provveduto a trasportare l’uomo in ospedale ma, pochi minuti dopo l’arrivo in ospedale, il suo cuore ha cessato di battere.

Raffaele Patrono era un uomo apprezzato per la sua serietà e conosciuto in città per via della professione svolta per lungo tempo. Lascia due figli, uno dei quali presta servizio nell’Arma dei carabinieri. La 30ma edizione del Torneo di Maggio, al di là del maltempo, non è iniziata sotto i migliori auspici. La manifestazione legata alla proclamazione del Reali è stata sospesa per alcuni minuti alle 22,00 per consentire lo svolgimento delle operazioni di soccorso, oltre una mezzora dopo l’arrivo della autoambulanze. Un fatto che ha creato non poche polemiche tra chi chiedeva a gran voce che l’evento venisse sospeso. (Immagine di archivio)

Dov'è successo?

Leggi anche

17/11/2019

Maltempo in Canavese: nelle Valli di Lanzo e in Valle Orco ancora case senza elettricità

“Ritengo gravissimo che l’energia elettrica nelle valli alpine e appenniniche, in particolare in diverse zone delle […]

leggi tutto...

17/11/2019

Oglianico: uno speciale albero di Natale realizzato con lana e uncinetto per aiutare chi è in difficoltà

Un albero di Natale fuori dai canoni classici, cucito con ago, filo, uncinetto e lana. Un’opera […]

leggi tutto...

17/11/2019

Levone: padre, madre e figlio 16enne spacciavano droga in casa. Due denunce e un arresto

Attività di contrasto dei carabinieri contro la criminalità diffusa nella provincia di Torino. 3 arresti e […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy