Cuorgnè capitale degli Alpini per celebrare il centenario della morte del generale Perrucchetti

25/09/2016

CONDIVIDI

Al corteo hanno preso parte oltre duemila "penne nere" provenienti da tutta Italia per ricordare il fondatore del Corpo

E’ stato un gran giorno per Cuorgnè, invasa da circa duemila penne nere, convenute in città, domenica 25 settembre, per celebrare il centenario della morte del generale cuorgnatese Giuseppe Perrucchetti, fondatore del Corpo degli Alpini. La sfilata in centro dei gruppi provenienti da tutta Italia. Dopo una nutrita serie di manifestazioni che si sono svolte fin dall’inizio della scorsa settimana, il “clou” dell’evento nazionale ha avuto luogo già nella mattinata di domenica dove, alle 8,30 era previsto l’ammassamento dei partecipanti in piazza Zerboglio. Il Gruppo sottotenente Enzo Zerboglio di Cuorgnè, presieduto da Francesco Salvalaggio, che ha promosso e organizzato la manifestazione, non ha trascurato nessun dettaglio dando vita a una manifestazione di grande respiro.

Alla grande sfilata, che si è svolta nella tarda mattinata tra due ali festanti di folla, preceduta dalla fanfara della sezione di Ivrea, ha assistito anche Sebastiano Favero presidente dell’Associazione Nazionale Alpini. Grande commozione per l’alzabandiera svoltasi davanti al monumento degli alpini eretto nei giardini pubblici della centrale piazza della Libertà. In programma anche la celebrazione della Santa Messa, sempre davanti al monumento che ricorda le “penne nere” cadute nei due conflitti mondiali, la rituale deposizione delle corone ai piedi dei monumenti e i dovuti discorsi di commemorazione, e l’annullo filatelico delle Poste Italiane.

Molte le bandiere tricolori in piazze e nelle strade a ricordare l’importanza della presenza degli alpini non solo nei raduni ma anche, e soprattutto, nei dolosi momenti che seguono le tragedie. Anche nel terremoto che ha colpito il centro Italia, come sette fa in Abruzzo e in tante e tante occasioni, “boia” e “veciu” di trovati in prima fila, gomito contro gomito, per prestare soccorso e conforto a chi aveva perso tutto.

Dov'è successo?

Leggi anche

19/09/2019

L’assessore regionale Chiara Caucino: “Per il welfare abitativo prima i piemontesi”. Ed è polemica

Per il welfare abitativo prima i piemontesi. Ed è subito polemica poltica. L’Assessore Chiara Caucino alle […]

leggi tutto...

19/09/2019

Oglianico a…piede libero con l’arrivo dei “Gruppi di cammino” creati in collaborazione con l’Asl

Anche Oglianico si aggiunge a quelle comunità virtuose che si sono dotate di un gruppo di […]

leggi tutto...

19/09/2019

Il sindaco di Volpiano all’ex provincia: “Modificare le priorità per la sicurezza di corso Europa”

Il sindaco di Volpiano Emanuele De Zuanne, portavoce della zona omogenea Torino Nord, è intervenuto mercoledì […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy