Cuorgnè: 870 mila euro dal Ministero per l’Istruzione per rendere più sicure le scuole cittadine

12/02/2018

CONDIVIDI

Approvati quattro progetti redatti e presentati dal Comune. L'incolumità di alunni e studenti al primo posto. Soddisfattto il sindaco Beppe Pezzetto

Quasi novecento mila euro: 870 mila per la precisione che serviranno per realizzare i lavori di messa in sicurezza delle scuole di Cuorgnè. Nell’elenco stilato dal Ministero per l’Istruzione compare anche il comune alto canavesano che, al pari di altre centinaia di centri urbani in tutta Italia riceveranno i contributi per rendere più sicuri i plessi scolastici. La commissione esaminatrice istituita dal Ministero ha accolto i quattro progetti presentati dall’amministrazione comunale. Il contributo è stato ripartito in qussto modo:

– Scuola elementare A. Peno 350 mila euro;
– Scuola elementare di Salto: 180 mila euro;
– Scuola elementare di Priacco: 60 mila euro;
– Scuola media G. Cena: 28 mila euro.

“La buona notizia andrà ad aggiungere un ulteriore e importante tassello alle politiche di sicurezza nelle scuole da noi perseguite – commenta l’assessore Silvia Leto -. Consapevoli delle problematiche stiamo affrontando le varie situazioni cercando di sfruttare al meglio tutte le occasioni disponibili per eventuali finanziamenti, come comprova questa bella notizia”.
Sulla stessa lunghezza d’onda è l’assessore Davide Pieruccini: “Ora più che mai è necessario migliorare e rendere sempre più sicuri i luoghi di apprendimento e di cultura, dove ogni giorno piccoli e grandi utenti si recano e trascorrono molto del loro tempo, insieme ai loro insegnati”. Dal canto suo il sindaco Beppe Pezzetto commenta positivamente il fatto che il Ministero per l’Istruzione abbia ritenuto validi i progetti redatti dal Comune che mirano a rendere del tutto sicure le scuole cuorgnatesi.

“E’ giusto e obbligatorio per noi amministratori far si che questi luoghi siano in primis sicuri. Le difficoltà sono tante, ma siamo speranzosi e ci auguriamo di poter continuare a migliorare sempre più le nostre scuole, ringrazio i nostri uffici per la capacità di individuare queste opportunità -conclude il primo cittadino -, e ricordo che da quando sono sindaco le spese di investimento in tal senso sono state pari a circa 1 milione 65 mila euro a cui vanno ad aggiungersi questi 870 mila, oltre ai circa 300 mila euro annuali per le coperture delle spese correnti”.

Dov'è successo?

Leggi anche

22/04/2018

Montanaro, la “Rosa dei 20” propone il tour dei caffè storici di Torino e la visita esoterica a Oropa

La Rosa dei 20, associazione di promozione sociale di Montanaro, propone al pubblico tre date da […]

leggi tutto...

22/04/2018

Asl T04: le prenotazioni per le prestazioni sanitarie si possono prenotare anche in farmacia

E’ stato definito un accordo sperimentale tra l’Asl To4 e Federfarma Torino, l’Associazione Titolari di Farmacia […]

leggi tutto...

22/04/2018

Locana: un contributo comunale per chi decide di risiedere in paese. In 10 anni persi 250 abitanti

Lo spopolamento continua a compire inesorabilmente i paese montani? E il comune stanzia un contributo destinato […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy