Crack Asa: incontro in Regione con l’assessore Carosso per i debiti che gravano sui Comuni

Cuorgnè

/

25/06/2019

CONDIVIDI

Il riparto delle somme dovute alla curatela fallimentare di fatto rischierebbe di mettere in ginocchio, in caso di condanna da parte della Corte d'Appello a ripianare i debiti accumulati dall’Asa, i già magri bilanci di tutte le Amministrazioni delle montagne e dell'Alto Canavese

Torna alla ribalta della cronaca la vicenda del fallimento dell’Asa e della ripartizione dei debiti tra i comuni che facevano parte del consorzio di raccolta rifiuti finito in fallimento. Il crack della società consortile è stato al centro di un incontro che ha avuto luogo negli uffici della Regione in piazza Castello a Torino organizzato dal consigliere regionale Andrea Cane e al quale hanno preso parte l’assessore alla Montagna e vicepresidente della Regione Piemonte Fabio Carosso e i sindaci di Cuorgnè Giuseppe Pezzetto, di Forno Alessandro Gaudio e il consigliere Comunale di Traversella Marco Puglisi.

Gli amministratori hanno informato l’assessore sulle possibili incertezze conseguenti alle delibere di approvazione delle liquidazioni e dei riparti delle ex Comunità Montane: in attesa di conoscere l’esito della causa pendente in Corte d’Appello, il trasferimento delle quote di Asa in capo alle Comunità Montane e i metodi di riparto delle stesse direttamente ai singoli Comuni, rischierebbero infatti di mettere in ginocchio, in caso di condanna da parte della Corte a ripianare i debiti accumulati dall’Asa, i bilanci di tutti i Comuni delle montagne canavesane esponendo inoltre, tutti coloro che approvando tale riparto non hanno previsto a bilancio adeguate coperture, alla richiesta di risarcimento del danno erariale. Il vicepresidente della giunta regionale Fabio Carosso, si è dichiarato disponibile, a nome dell’esecutivo presieduto da Alberto Cirio, a individuare soluzioni che possano garantire le Amministrazioni coinvolte, evidenziando la vicinanza della stessa ai Comuni montani ed in particolare a quelli più piccoli.

“Non si può che apprezzare la disponibilità dimostrata sia nei tempi di convocazione dell’incontro che nella preparazione dimostrata dal vicepresidente sulle questioni poste dai nostri Comuni – afferma il consigliere Marco Puglisi – nonché sul più volte rimarcato atto di stima e vicinanza della nuova Maggioranza in Regione nei confronti delle Amministrazioni Montane”.

Dal canto suo l’Assessore Regionale agli Enti Locali Fabio Carosso rimarca come “la Regione si è subito adoperata per incontrare i Sindaci delle Valli perchè per la Nuova Giunta i Piccoli Comuni e la Montagna sono di fondamentale importanza: c’è grande attesa per la sentenza che speriamo si possa risolvere al meglio per il bene di tutti gli oltre cinquanta Comuni coinvolti, affinchè soprattutto non ci siano ulteriori strascichi per i nostri cittadini”. “La chiave dei nostri successi futuri sarà proprio di poter seguire il territorio con ‘Un’Altra Velocità’, beneficiando anche della gran quantità di Consiglieri che i cittadini ci hanno permesso di eleggere in tutte le Province della nostra Regione – conclude il consigliere comunale Andrea Cane -. Già per i mesi futuri è mia ferma intenzione di creare una rete virtuosa di comunicazione e collaborazione con tutti i sindaci, assessori e consiglieri comunali che vorranno interagire con il nostro progetto di buongoverno degli enti locali”.

Leggi anche

25/02/2020

Coronavirus, il presidente della Regione Cirio: “Non chiuderemo i negozi che soffrono già abbastanza”

Il presidente della Regione Alberto Cirio ha chiesto al presidente del Consiglio Conte di attivare da […]

leggi tutto...

25/02/2020

Finanziati i cantieri di lavoro per 32 over 58 nelle Unioni Montane e nei comuni del Canavese

Un cospicuo numero di comuni canavesani e di Unioni montane sono stati finanziati dalla Regione Piemonte […]

leggi tutto...

25/02/2020

Coronavirus, la Regione Piemonte ha istituito un nuovo numero verde. Situazione stabile

L’Unità di crisi della Regione Piemonte sul Coronavirus “Covid19” ha istituito il numero verde sanitario 800.19.20.20, […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy