Costretta a pagare il “pizzo dell’amore”. Prostituta denuncia le due “colleghe” che la minacciavano

Nichelino

/

09/03/2019

CONDIVIDI

"Se vuoi lavorare paga o ti ammazziamo": la donna ha sporto denuncia

Il 4 marzo scorso, una ragazza romena di 21 anni, prostituta, ha denunciato ai carabinieri di Nichelino di essere vittima di un tentativo di estorsione da parte di una donna che le aveva chiesto il pizzo per poter svolgere l’attività di prostituta nella zona di Stupinigi. Nell’occasione, la donna era stata minacciata con un coltello.

La ragazza romena ha precisato di aver già avuto richieste simili dal mese di gennaio 2019 e di averle sempre respinte.

L’immediato intervento dei carabinieri sul luogo di lavoro della donna ha permesso di arrestare due prostitute albanesi, di 24 e 25 anni, abitanti a Torino, fermate subito dopo aver minacciato di morte la vittima perché non aveva ancora pagato “la prima rata assicurativa” per poter lavorare.

Leggi anche

02/06/2020

Coronavirus: oggi, 2 giugno, nessun decesso. 57 i nuovi contagiati. Quasi 19mila i pazienti guariti

L’Unità di Crisi della Regione Piemonte comunica che oggi, martedì 2 giugno, i pazienti virologicamente guariti, […]

leggi tutto...

02/06/2020

Chivasso: entra in chiesa, danneggia un quadro e ruba calici in oro. Arrestato un senzatetto

Un senzatetto ha forzato la porta sul retro del Duomo di Santa Maria Collegiata di Chivasso […]

leggi tutto...

02/06/2020

Aeroporto di Caselle: le Compagnie EasyJet e Wizz Air attivano i collegamenti con Napoli e Tirana

Riprendono dal 1° luglio 2020 le operazioni di EasyJet dall’Aeroporto di Torino. La compagnia aerea torna […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy