Costretta a pagare il “pizzo dell’amore”. Prostituta denuncia le due “colleghe” che la minacciavano

Nichelino

/

09/03/2019

CONDIVIDI

"Se vuoi lavorare paga o ti ammazziamo": la donna ha sporto denuncia

Il 4 marzo scorso, una ragazza romena di 21 anni, prostituta, ha denunciato ai carabinieri di Nichelino di essere vittima di un tentativo di estorsione da parte di una donna che le aveva chiesto il pizzo per poter svolgere l’attività di prostituta nella zona di Stupinigi. Nell’occasione, la donna era stata minacciata con un coltello.

La ragazza romena ha precisato di aver già avuto richieste simili dal mese di gennaio 2019 e di averle sempre respinte.

L’immediato intervento dei carabinieri sul luogo di lavoro della donna ha permesso di arrestare due prostitute albanesi, di 24 e 25 anni, abitanti a Torino, fermate subito dopo aver minacciato di morte la vittima perché non aveva ancora pagato “la prima rata assicurativa” per poter lavorare.

Leggi anche

21/08/2019

La crisi minaccia il mercato della frutta. Confagricoltura: “Salviamo un settore già penalizzato”

“In Piemonte abbiamo una produzione frutticola d’eccellenza, apprezzata in Italia e all’estero. Ciò che dobbiamo cercare […]

leggi tutto...

21/08/2019

Rivarolo Canavese: il Comune spende 100 mila euro per rifare la copertura dell’ala sud del Castello Malgrà

Centomila euro per rifare la copertura situata nei pressi del camminamento merlato del castello Malgrà: è […]

leggi tutto...

21/08/2019

Ivrea, ragazza di 17 anni denuncia: “Il branco mi ha stuprata nel centro sociale”. Indaga la procura

Ha soltanto 17 anni la ragazza che ha denunciato di essere stata vittima di uno stupro. […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy