Controllore delle Ferrovie aggredito da un giovane: “Portatemi fino a Chivasso!”

Torino

/

04/08/2015

CONDIVIDI

L'episodio ha avuto luogo alla stazione di Torino Stura. I carabinieri della Falchera sulla tracce dell'aggressore, un ragazzo extracomunitario

Tempi duri, anzi durissimi, per il personale delle Ferrovie che sempre più spesso deve fare i conti con scalmanati che non hanno nulla da perdere e non esitano a passare alle vie di fatto. L’ultimo episodio è accaduto ieri sera, poco dopo le 22, nella stazione di Torino Stura, a bordo del treno in arrivo da Fossano. Il controllore è stato aggredito e malmenato da un giovane extracomunitario che voleva che il treno proseguisse la sua corsa fino a Chivasso.

Stando a una prima ricostruzione, l’uomo sarebbe stato aggredito sulla banchina della stazione: un’aggressione particolarmente violenta. Il malvivente avrebbe più volte sbattuto la testa del controllore contro un pilastro e lo avrebbe colpito con alcuni pugni spaccandogli un sopracciglio. E’ dovuto intervenire il macchinista del convoglio per porre termine alla colluttazione e allontanare il giovinastro.

Sul posto è intervenuto il personale sanitario del 118 che ha trasportato a bordo di un’ambulanza il dipendente delle Ferrovie al pronto soccorso dell’ospedale San Giovanni Bosco di Torino. Dopo essere stato medicato e aver trascorso la notte sotto osservazione in una saletta del pronto soccorso, l’uomo è stato dimesso questa mattina con una prognosi di sette giorni. Le sue condizioni di salute non destano particolari preoccupazioni.

Nessuna traccia dell’aggressore che i carabinieri della stazione Torino-Falchera stanno attivamente ricercando. Questa è, in ordine di tempo, l’ultima di una lunga serie di violenze compiute ai danni del personale viaggiante: l’ultimo e più grave episodio si era verificato lo scorso mese di giugno alla stazione ferroviaria di Ivrea. Il controllore aveva trovato un giovane sprovisto del biglietto ed era stato malmenato.

Dov'è successo?

Leggi anche

Ivrea

/

15/12/2017

Ex dipendente dell’Olivetti scompare nel nulla da anni. La procura accusa il fratello di averlo ucciso

La procura di Catania ha chiesto il rinvio a giudizio di Salvatore Angemi, 55 anni, di […]

leggi tutto...

Ivrea

/

15/12/2017

Ivrea: dopo la grigliata dimentica un forchettone in macchina. Condannato a 1.500 euro di multa

Mille e cinquecento euro di multa: non per aver commesso violazioni al codice della strada ma […]

leggi tutto...

Ivrea

/

15/12/2017

Ivrea: un guasto tecnico blocca il servizio di emodinamica. I pazienti costretti a emigrare

Il gruppo di continuità che assicura l’erogazione di energia in caso di interruzione dell’erogazione di energia […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy