Comital, annullato il “tavolo” in Regione. Domani incontro decisivo al ministero del Lavoro

Volpiano

/

10/12/2018

CONDIVIDI

L'assessore regionale Gianna Pentenero: "Il tempo è scaduto e non è pensabile giocare sulla pelle dei lavoratori". Frediani e Costanzo del M5S: "Ora è necessario attuare tutti i passaggi necessari per evitare il licenziamento collettivo"

L’incontro in Regione Piemonte convocato d’urgenza per oggi, lunedì 10 dicembre, per affrontare il delicato tema legato al futuro degli ex dipendenti della Comital-Lamalù, è stato annullato perchè domani, martedì 11 dicembre, avrà luogo a Roma, un incontro al ministero dello Sviluppo Economico. A renderlo noto, in un comunicato è l’assessorato al Lavoro della Regione Piemonte: “Mi auguro davvero – dichiara l’assessore regionale Gianna Pentenero – che l’incontro di domani sia risolutore e che il governo dia seguito alle promesse fatte il 31 ottobre scorso in Piazza Castello. Il tempo è scaduto e non è pensabile giocare sulla pelle dei lavoratori. La Regione sarà naturalmente presente all’incontro di domani, auspicando che ognuno si assuma le proprie responsabilità”.

Domani, dunque, si scriverà il finale della travagliata vicenda che riguarda i due stabilimenti volpianesi.

Sulla vicenda che ha quali sfortunati protagonisti 130 dipendenti della Comital e Lamalù che dallo scorso mese di giugno non sono senza lavoro, incombe la spada di Damocle di un futuro fosco e da disoccupati, intervengono anche, la consigliera regionale del Movimento 5 Stelle Francesca Frediani e la deputata pentastellata Jessica Costanzo: “Apprendiamo positivamente dell’incontro convocato al Ministero dello sviluppo economico. I lavoratori Comital-Lamalù hanno bisogno di risposte urgenti e ci auguriamo che quello di domani a Roma possa essere un incontro risolutivo per risolvere la cassa integrazione.

E’ fondamentale che tutte le parti in causa possano interloquire insieme per evitare inutili scaricabarile e scambi di accuse.  Il Governo ha approvato con il ‘decreto Genova’ una norma ad hoc per garantire l’accesso alla cassa integrazione ai 119 dipendenti della Comital prima che scatti la procedura di licenziamento collettivo, ora è necessario attuare tutti i passaggi necessari a raggiungere questo obiettivo”.

L’incontro al Mise era stato richiesto con forza dai sindacati con l’obiettivo di trovare una soluzione che garantisca agli ex lavoratori di poter usufruire degli ammortizzatori sociali in deroga.

Leggi anche

31/05/2020

La deputata Ruffino (Fi): “In pericolo 8mila posti lavoro per il lockdown degli impianti di risalita”

Tra le attività economiche maggiormente penalizzate dal lockdown sono da annoverare gli impianti di risalita nelle […]

leggi tutto...

31/05/2020

Caluso, un incendio devasta un garage. Attimi di terrore tra i residenti di una palazzina

Le fiamme hanno devastato in breve tempo in garage a Caluso. È accaduto nel pomeriggio di […]

leggi tutto...

31/05/2020

Previsioni meteo: tempo variabile per tutta la giornata di domenica. Piogge in montagna

Queste le previsioni del tempo elaborate dal centrometeoitaliano.it AL NORD Sulle regioni del Nord tempo stabile […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy