Clamorosa svolta a Ivrea: il sindaco Della Pepa scivola sulla fondazione Guelpa e annuncia le dimissioni

Ivrea

/

11/10/2016

CONDIVIDI

La minoranza ha presentato una mozione di sfiducia votata anche da alcuni consiglieri di maggioranza. Il capogruppo Pd non ha partecipato al voto

La buccia di banana sulla quale il sindaco di Ivrea Carlo della Pepa è scivolato è stata la Fondazione Guelpa. Sfiduciato dalla stessa maggioranza che lo aveva fin qui appoggiato (non senza episodi critici), il primo cittadino ha annunciato le dimissioni che saranno ufficializzate e protocollate nella mattinata di mercoledì 12 ottobre. Ivrea rimane quindi senza sindaco e si profila la possibilità di un commissariamento che dovrà gestire l’ordinaria amministrazione della città. Il dramma politico si è consumato durante la seduta del consiglio comunale di lunedì sera 10 ottobre.

Un consiglio fiume conclusosi con una decisione sofferta ma che ormai era divenuta inevitabile dato che da almeno due anni la coalizione di maggioranza aveva dato più volte segni di insofferenza. Nel corso del Consiglio comunale le forze politiche di opposizione hanno presentato, in zona Cesarini, una mozione con la quale si impegnava il sindaco Della Pepa a sfiduciare il presidente della fondazione Guelpa Daniele Jalla che fu nominato, a suo tempo, proprio dal primo cittadino. La mozione è stata votata a scrutinio segreto e, in quell’occasione, nella sua dichiarazione di voto, il capogruppo del Pd che costituisce il partito di maggioranza, aveva annunciato non avrebbe partecipato al voto.

Un voto che, peraltro, è terminato con un risultato inequivocabile: nove voti a favore della mozione (si calcola che l’abbiano votata almeno tre consiglieri di maggioranza mentre cinque consiglieri si sono dichiarati contrari e una scheda bianca. Il sindaco ha preso atto del risultato e dopo aver dichiarato che sostituire il presidente avrebbe comportato oltre a una perdita di tempo anche la rinuncia agli obiettivi che l’amministrazione si era posta, ha preso atto della sfiducia e ha annunciato le proprie dimissioni. E così si chiude un’era durata, nel bene e nel male, due mandati. Quasi dieci anni.

Dov'è successo?

Leggi anche

25/01/2020

Sparone: accordo raggiunto alla Mtd. Salvi 35 dipendenti che avrebbero dovuti essere licenziati

Proprio quando si pensava che la situazione fosse irrimediabilmente compromessa, alla Mtd di Sparone è stato […]

leggi tutto...

25/01/2020

Chivasso: aumenta il consumo di droga a scuola e il preside fa scattare il blitz dei carabinieri

La droga entra a scuola e il preside richiede l’intervento dei carabinieri. È accaduto a Chivasso […]

leggi tutto...

25/01/2020

Ivrea: spacciava droga agli studenti e aveva chiesto asilo politico. In manette 18enne mediorentale

I carabinieri della Compagnia di Ivrea proseguono nell’incessante attività di contrasto al delicato fenomeno dello spaccio […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy