Ciriè: voleva vendere le magliette e pubblica sui social la notizia della sua morte. Nei guai studente

Ciriè

/

26/01/2019

CONDIVIDI

Al post avevano creduto tutti, compresi i genitori che hanno vissuto attimi d'inferno fino a quando che il figlio stava benissimo. Indagano i carabinieri

Una “fake news”, una “bufala”: autori alcuni studenti residenti a Ciriè che avevano postato sui social la morte di un amico. Dopo aver seminato il terrore nella famiglia del ragazzo si sono scusati, sempre sui social, dello scherzo di cattivo gusto. Poi si è scoperto che il protagonista della falsa notizia non solo stava benissimo, ma era complice e forse anche ideatore del macabro scherzo. Lo scopo? Quello di vendere magliette che stampa, tanto è vero nel video che ha fatto seguito alla scuse ha inscenato una vera e propria televendita.

E’ accaduto l’altra sera a Ciriè. Peccato che nell’apprendere la notizia i genitori del ragazzo abbiano vissuto momenti di vero terrore ma poi sono riusciti a sincerarsi che stava bene. Sconcertati anche i tanti amici dello studente che frequenta l’Istituto D’Oria di Ciriè che alla “fake news” avevano creduto in buona fede e stavano inondando la pagina social del giovane, di addolorati messaggi di condoglianze.

Del brutto episodio è stata anche informata la dirigenza scolastica che adesso appurerà se si è trattato (ma i dubbi sono molti) di un episodio di cyberbullismo. Sembra certo, infatti, che il ragazzo fosse complice dei due amici che ne hanno inscenato la “morte” telematica. Un gesto che va al di là della comprensione e del rispetto.

Sulla vicenda indagano anche i carabinieri della Tenenza di Ciriè mentre la dirigenza dell’Istituto sta valutando se sanzionare gli studenti auto della “bufala” di cattivo, anzi cattivissimo gusto.

Leggi anche

27/05/2020

Coronavirus: nel ponte del 2 giugno in Piemonte mascherine obbligatorie anche negli spazi aperti

Coronavirus: nel ponte del 2 giugno in Piemonte mascherine obbligatorie anche negli spazi aperti. Da venerdì […]

leggi tutto...

27/05/2020

Coronavirus: la Regione stanzierà 7 milioni di euro per la ripartenza del comparto artigianale

Coronavirus: la Regione stanzierà 7 milioni di euro per la ripartenza del comparto artigianale. “Giusta e […]

leggi tutto...

27/05/2020

Coronavirus: oggi nessun morto di Covid in Piemonte. Stabili i contagi. Si svuotano gli ospedali

L’Unità di Crisi della Regione Piemonte comunica che oggi, mercoledì 27 maggio i pazienti virologicamente guariti, […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy