Ciriè, violento scontro tra un’auto e una motocicletta. Un giovane “centauro” finisce al pronto soccorso

Ciriè

/

18/03/2017

CONDIVIDI

Il motociclista ha riportato leggere ferite e contusioni. Sulla dinamica indagano gli agenti della polizia locale ciriacese

Lo scontro tra l’auto e la motocicletta è stato violento: poteva trasformarsi in una tragedia ma il caso ha voluto, per fortuna, che non sia stato così. L’incidente stradale ha avuto luogo alle porte di Ciriè, nella zona industriale dove hanno sede le più importanti concessionarie d’auto. E’ accaduto alle 18,00 di sabato 18 marzo: i due mezzi stavano viaggiando in direzione di Ceretta San Maurizio, quando per cause ancora in via di accertamento, i due mezzi si sono scontrati.

Alla guida della Yamaha R1 si trovava un giovane di 25 anni residente a San Francesco al Campo mentre al volante della Fiat Punto. In seguito all’impatto il centauro è finito sulla strada mentre insieme la potente motocicletta è finita nel fossato di scolo delle acque che costeggia la strada. A chiamare i soccorsi sono stati alcuni automobilisti di passaggio. Sul luogo dell’incidente stradale sono intervenuti i volontari della Croce Rossa che hanno trasportato il giovane motociclista al pronto soccorso di Ciriè dove è stato sottoposto ad accurati accertamenti clinici. Le sue condizioni di salute non destano nei sanitari particolare preoccupazione.

Illeso, invece, il pensionato residente a Ciriè, che si trovava alla guida della Fiat Punto. Sulla dinamica dell’incidente stanno indagando gli agenti della polizia municipale ciriacese.

Dov'è successo?

Leggi anche

Chivasso

/

19/09/2017

Chivasso: ladro cerca di introdursi di sera nella casa di riposo per rubare e finisce in galera

E’ stato arrestato con l’accusa di tentato furto e resistenza dopo aver tentato di introdursi con […]

leggi tutto...

Balangero

/

19/09/2017

Balangero: beve e minaccia la vicina di casa con il fucile. Un 63enne è stato arrestato dai carabinieri

E’ stato arrestato con l’accusa di minacce aggravate e detenzione di armi clandestine e munizioni: nei […]

leggi tutto...

19/09/2017

Sanità: l’Asl To4 contatterà e rassicurerà i pazienti ai quali sono state impiantate le protesi Ceraver

Diversi professionisti si trovano agi arresti domiciliari nell’ambito dell’inchiesta giudiziaria relativa a quello che è stato […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy