Ciriè, un operaio di 37 anni muore risucchiato da una sabbiatrice

Ciriè

/

14/09/2015

CONDIVIDI

Il titolare dell'azienda è riuscito a liberare l'uomo ma le ferite riportate erano troppo gravi. Vani i tentativi di rianimazione dei medici del 118

Aveva 37 anni Alfio Randazzo l’operaio della ditta di stampaggio Silea di strada del Francese 141 a Torino che ha perso la vita questa mattina, vittima di un tragico infortunio sul lavoro.

Per cause che gli esperti dello Spresal stanno accertando dopo aver segnalato l’episodio al pm Raffaele Guariniello, l’operaio sarebbe rimasto incastrato e risucchiato nella sabbiatrice alla quale stava lavorando.

L’impianto serve a pulire alcune parti in metallo. Il titolare della ditta ha tentato di disincastrare l’uomo cercando aprire la sabbiatrice con l’ausilio di un muletto. E’ riuscito nel suo intento ma l’operaio aveva riporatto ferite troppo gravi.

Il personale del 118, allertato tempestivamente, ha tentato a lungo di rianimarlo ma ogni tentativo si è rivelato vano.

Dov'è successo?

Leggi anche

21/01/2020

Approvato all’unanimità il conferimento del Sigillo della Regione Piemonte alla senatrice Liliana Segre

E’ stata votata ed approvata all’unanimità in Consiglio Regionale la proposta di conferire, ai sensi degli […]

leggi tutto...

21/01/2020

Karate: il 2020 inizia sotto i migliori auspici per la Rem Bu Kan di Rivarolo che si fa onore a Cavallermaggiore

Il 2020 è iniziato sotto i migliori auspici per la Rem Bu Kan di Rivarolo Canavese, […]

leggi tutto...

21/01/2020

Front: ferito in un incidente noto gallerista d’arte, proprietario del castello di Rivara

È uscito di strada, per cause ancora in via di accertamento, mentre era al volante della […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy