Ciriè, un operaio di 37 anni muore risucchiato da una sabbiatrice

Ciriè

/

14/09/2015

CONDIVIDI

Il titolare dell'azienda è riuscito a liberare l'uomo ma le ferite riportate erano troppo gravi. Vani i tentativi di rianimazione dei medici del 118

Aveva 37 anni Alfio Randazzo l’operaio della ditta di stampaggio Silea di strada del Francese 141 a Torino che ha perso la vita questa mattina, vittima di un tragico infortunio sul lavoro.

Per cause che gli esperti dello Spresal stanno accertando dopo aver segnalato l’episodio al pm Raffaele Guariniello, l’operaio sarebbe rimasto incastrato e risucchiato nella sabbiatrice alla quale stava lavorando.

L’impianto serve a pulire alcune parti in metallo. Il titolare della ditta ha tentato di disincastrare l’uomo cercando aprire la sabbiatrice con l’ausilio di un muletto. E’ riuscito nel suo intento ma l’operaio aveva riporatto ferite troppo gravi.

Il personale del 118, allertato tempestivamente, ha tentato a lungo di rianimarlo ma ogni tentativo si è rivelato vano.

Dov'è successo?

Leggi anche

25/08/2019

Balme: si reca al pascolo e non ritorna a valle. Ricerche in corso per ritrovare pastore 45enne

Il mattino era partito, come di consueto, per raggiungere il Pian della Mussa per far pascolare […]

leggi tutto...

25/08/2019

Paura a Chiaverano: aggredito dai ladri che volevano razziare la sua abitazione. Ferito 64enne

Picchiato dai ladri in fuga che stavano razziando al sua abitazione. Vittima dell’aggressione è stato un […]

leggi tutto...

24/08/2019

Mistero a Torrazza Piemonte: esploso un colpo di carabina contro la porta di una villetta

L’esplosione di un colpo di fucile contro una villetta si è trasformata in un giallo. L’inquietante […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy