Ciriè: litiga con la moglie e lancia dal terrazzo il cane che muore sul colpo. Altro drammatico caso a Torino

Ciriè

/

26/03/2017

CONDIVIDI

Entrambi i proprietari degli animali rischiano una denuncia penale. La ferocia degli uomini non ha eguali

Uccidere un cane è un atto di ferocia che non ha giustificazioni: eppure a Ciriè e Torino, nella serata di sabato 25 marzo, due cani sono stati lanciati dal balcone. Il primo episodio ha avuto luogo a Ciriè intorno alle 21,00: un cane di razza chihuahua è stato gettato in strada dal terrazzo di una palazzina situata in Borgo Loreto. Stando ai primi accertamenti compiuti dai carabinieri pare che sia stato il proprietario al termine di un litigio con la moglie, proprietaria del cane. 

Il povero cane è stato soccorso da un veterinario che, purtroppo, non ha potuto fare altri che costatarne la morte. L’uomo è stato denunciato dai carabinieri per uccisione di animale.

Medesima dinamica anche a Torino dove la Lida ha denunciato un altro caso: un bitbull sarebbe rimasto ferito dopo essere stato gettato dal quarto piano di un edificio. Il molosso è stato ricoverato presso la clinica veterinaria. Nella caduta ha riportato lesioni ad un polmone.

Sulla vicenda indagano gli agenti della polizia di Stato. Si tratta di due distinti episodi che hanno in comune l’indifferenza per il valore della vita.

Dov'è successo?

Leggi anche

Ivrea

/

23/09/2017

Sanità: mancano infermieri negli ospedali. Il Nursind proclama lo stato di agitazione

Il Nursind, il sindacato delle professioni infermieristiche proclama lo stato di agitazione e si prepara a […]

leggi tutto...

Ciriè

/

23/09/2017

Ciriè, stalker di 22 anni aggredisce per strada la ragazza che lo aveva rifiutato. In manette

Quell’avvenente ragazza turbava, da quando l’aveva incontrata, i suoi sogni: più volte Andrea G., 22 anni, […]

leggi tutto...

Cuorgnè

/

23/09/2017

Cuorgnè: la Madonna della Rivassola torna al suo posto dopo il restauro pagato dal sindaco

Aveva avuto luogo lo scorso mese di inizio agosto la spiacevole sorpresa che aveva indignato i […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy