Ciriè: litiga furiosamente con la moglie e manda in ospedale due carabinieri. Arrestato 41enne

Ciriè

/

09/09/2018

CONDIVIDI

Dopo aver aggredito i carabinieri intervenuti per sedare la lite famigliare, l'uomo ha anche rigato l'auto dei militari

Erano intervenuti per sedare una violenta lite famigliare e invece hanno dovuto fare ricorso alle cure dei medici in ospedale: l’aggressore, un uomo di 41 anni residente a Trofarello è stato arrestato per resistenza a pubblico ufficiale. E’ accaduto la scorsa notte in piazza San Martino a Ciriè: ad avvertire i carabinieri erano stati i vicini di casa spaventati dal rumore, dalle grida e dalle invocazioni di aiuto lanciate dalla donna.

Una pattuglia del nucleo radiomobile della Compagnia di Venaria. Quando hanno suonato il campanello dell’appartamento i carabinieri si sono trovati di fronte a un energumeno che ha dapprima inveito contro i militari e poli ha aggredito.

L’uomo è stato fatto salire su un’altra “gazzella” dei carabinieri ma versava in uno stato di esagitazione così grande che con le manette ha rigato l’auto in dotazione agli uomini dell’Arma.

Dopo essere stato ridotto all’impotenza l’arrestato è stato condotto in caserma a Venaria mentre i due carabinieri vittime dell’aggressione si sono recati in ospedale a Ciriè dove sono stati medicati e dimessi con una prognosi di sette giorni.

Dov'è successo?

Leggi anche

08/08/2020

San Maurizio: rapinatori prendono d’assalto l’ufficio postale e prendono a pugni l’impiegato

L’azione è stata fulminea e i due banditi hanno agito a volto scoperto: hanno atteso che […]

leggi tutto...

08/08/2020

Coronavirus in Piemonte: 31 nuovi casi di contagio (25 asintomatici) e nessun decesso. 30 i guariti

Coronavirus in Piemonte: 31 nuovi casi di contagio (25 asintomatici) e nessun decesso. 30 i guariti. […]

leggi tutto...

08/08/2020

Noasca: la Festa patronale si farà, ma i soldi dei fuochi di artificio saranno donati all’ospedale di Cuorgnè

Noasca: la Festa patronale si farà, ma i soldi dei fuochi di artificio saranno donati all’ospedale […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy