Ciclismo: in attesa delle Olimpiadi torna a San Francesco al Campo la “Sei Giorni di Torino”

27/01/2020

CONDIVIDI

Nel Velodrono "Francone" canavesano torna il grande circuito internazionale. Dal 1° al 6 luglio prossimo avrà luogo la grande kermesse su due ruote. Un'occasione per promuovere lo Sport e il territorio

Sarà una stagione spettacolare, quella che si preannuncia al Velodromo Francone di San Francesco al Campo. Una stagione che sembra ancora lontana dal cominciare, dal momento che siamo appena a fine gennaio, ma che per il Velodromo Francone è in realtà incominciata da tempo in termini di programmazione, preparazione e organizzazione. Già, perché quest’anno – ora è ufficiale – torna la Sei Giorni di Torino. E sarà una grande “Sei Giorni di Torino”, non soltanto perché si tratta della decima edizione ma soprattutto perché la “Sei Giorni” del Velodromo Francone, unitamente alla contemporanea Turin International Track che si correrà sulla stessa pista, costituirà l’ultimo grande evento internazionale prima delle Olimpiadi di Tokyo: una grande occasione, dunque, per i campioni internazionali della pista in cerca di punti per aggiudicarsi gli ultimi biglietti disponibili per Tokyo 2020.

La “Sei Giorni di Torino” e la “Turin International Track 2020”, infatti, si correranno sulla pista del Velodromo Francone dal 1° al 6 luglio. Dopo la fase preliminare di pianificazione, determinante per tracciare il percorso da seguire e valutare la disponibilità di forze e risorse economiche necessarie per sostenere simili eventi – entra ora nel vivo la fase organizzativa vera e propria, con l’obiettivo di portare sulla pista canavesana almeno un centinaio di atleti professionisti da tutto il mondo, che si daranno battaglia sia per aggiudicarsi la manifestazione torinese, che ormai è diventata una classica del ciclismo internazionale, sia per ottenere il pass e preprararsi al meglio per le Olimpiadi di Tokyo che partiranno appena tre settimane più tardi.

Ciò che conta, per ora, è l’impegno della struttura canavesana nel continuare a portare in Piemonte il grande ciclismo internazionale, con un duplice importante obiettivo: da un lato la promozione dello sport e del territorio, con il coinvolgimento delle Istituzioni e dell’intero tessuto imprenditoriale e sociale in particolare del Torinese e del Canavese, e dall’altro la valorizzazione del ciclismo giovanile, dal momento che la Sei Giorni di Torino costituisce un’importante occasione di crescita e di soddisfazione per i ragazzi, che possono correre accanto ai loro campioni.

Anche quest’anno, infatti, durante le serate della Sei Giorni si correrà la Tre Giorni dei ragazzi, con gare dedicate alle categorie giovanili.

Leggi anche

27/05/2020

Coronavirus: nel ponte del 2 giugno in Piemonte mascherine obbligatorie anche negli spazi aperti

Coronavirus: nel ponte del 2 giugno in Piemonte mascherine obbligatorie anche negli spazi aperti. Da venerdì […]

leggi tutto...

27/05/2020

Coronavirus: la Regione stanzierà 7 milioni di euro per la ripartenza del comparto artigianale

Coronavirus: la Regione stanzierà 7 milioni di euro per la ripartenza del comparto artigianale. “Giusta e […]

leggi tutto...

27/05/2020

Coronavirus: oggi nessun morto di Covid in Piemonte. Stabili i contagi. Si svuotano gli ospedali

L’Unità di Crisi della Regione Piemonte comunica che oggi, mercoledì 27 maggio i pazienti virologicamente guariti, […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy