Chivasso: seconda “bomba d’acqua in due settimane e il nuovo pronto soccorso va di nuovo in tilt

Chivasso

/

20/07/2018

CONDIVIDI

Pazienti trasferiti e ambulanze dirottate in altri presidi ospedalieri. L'acqua ha nuovamente messo in ginocchio il Dea

Un’altra “bomba d’acqua” manda in tilt per la seconda volta in due settimane il nuovo pronto soccorso di Chivasso. E’ accaduto nel tardo pomeriggio di oggi, venerdì 20 luglio, quando la città è stata spazzata da un violento e prolungato temporale. L’acqua, alta almeno 5 centimetri, ha invaso tutti i locali, sala d’attesa compresa, e ha interrotto la normale attività del pronto soccorso. Alcuni pazienti sono stati temporaneamente trasferiti in altri reparti mentre le ambulanze in arrivo sono state forzatamente dirottate presso altri ospedali.

L’emergenza rischia di divenire cronica: il 6 luglio si è verificato il primo allagamento e il 20 il secondo. C’è qualcosa che non va in questa moderna struttura inaugurata da pochi mesi. Quando le precipitazioni sono intense, l’acqua defluisce dalla rampa di accesso delle ambulanze trasformandosi in un torrente in piena.

Questo secondo allagamento, che ha richiesto l’intervento dei vigili del fuoco, non ha creato soltanto un grande disagio ai pazienti e agli operatori sanitari, ma ha anche innescato l’ennesima accesa polemica sulla sicurezza del pronto soccorso.

Dov'è successo?

Leggi anche

Ivrea

/

22/01/2019

Ivrea: i pusher vendevano droga agli studenti delle scuole. La polizia ha arrestato quattro persone

L’accusa è di spaccio di stupefacenti: nei guai sono finite quattro persone, di età compresa tra […]

leggi tutto...

Pont Canavese

/

22/01/2019

Pont Canavese, appaltati i lavori per eliminare la strettoia sulla “provinciale” 47 della Val Soana

Il consigliere della Città Metropolitana Mauro Fava (Lega) annuncia la prossima apertura di un secondo cantiere […]

leggi tutto...

Caselle

/

22/01/2019

Offriva un lavoro all’aeroporto di Caselle ma era una truffa. Arrestato imbianchino di Ciriè

Avevano risposto all’annuncio di lavoro che prometteva un lavoro all’aeroporto di Caselle, poi avevano dovuto spendere […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy