Chivasso: seconda “bomba d’acqua in due settimane e il nuovo pronto soccorso va di nuovo in tilt

Chivasso

/

20/07/2018

CONDIVIDI

Pazienti trasferiti e ambulanze dirottate in altri presidi ospedalieri. L'acqua ha nuovamente messo in ginocchio il Dea

Un’altra “bomba d’acqua” manda in tilt per la seconda volta in due settimane il nuovo pronto soccorso di Chivasso. E’ accaduto nel tardo pomeriggio di oggi, venerdì 20 luglio, quando la città è stata spazzata da un violento e prolungato temporale. L’acqua, alta almeno 5 centimetri, ha invaso tutti i locali, sala d’attesa compresa, e ha interrotto la normale attività del pronto soccorso. Alcuni pazienti sono stati temporaneamente trasferiti in altri reparti mentre le ambulanze in arrivo sono state forzatamente dirottate presso altri ospedali.

L’emergenza rischia di divenire cronica: il 6 luglio si è verificato il primo allagamento e il 20 il secondo. C’è qualcosa che non va in questa moderna struttura inaugurata da pochi mesi. Quando le precipitazioni sono intense, l’acqua defluisce dalla rampa di accesso delle ambulanze trasformandosi in un torrente in piena.

Questo secondo allagamento, che ha richiesto l’intervento dei vigili del fuoco, non ha creato soltanto un grande disagio ai pazienti e agli operatori sanitari, ma ha anche innescato l’ennesima accesa polemica sulla sicurezza del pronto soccorso.

Dov'è successo?

Leggi anche

24/08/2019

Volpiano: pensionato di 63 anni esce di casa e svanisce nel nulla: ricerche in corso e famiglia nell’angoscia

Si è allontanato da casa lo scorso martedì 20 agosto e non vi ha più fatto […]

leggi tutto...

24/08/2019

Atletica: la canavesana Katarzyna Kuzminska sul podio della 44ma edizione della Biella-Oropa

Alla 44ma Biella/Oropa, manifestazione regionale Fidal di corsa su strada disputata sulla distanza dei 12,2 km […]

leggi tutto...

23/08/2019

Chivasso: assessore alle Politiche per la casa o primario in Cardiologia? Moretti sceglie l’ospedale

Martedì 20 agosto il dottor Claudio Moretti ha presentato, al Sindaco Claudio Castello, la sua lettera […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy