Chivasso, respirano monossido di carbonio. Padre, madre e bimbo di un anno rischiano la vita

Chivasso

/

18/12/2017

CONDIVIDI

Per la fortuna l'intossicazione si è vericata in serata e non di notte. Indagano i carabinieri

Hanno respirato monossido di carbonio emesso da un boiler malfunzionante prima di accusare quel forte mal di testa che li ha convinti a recarsi al pronto soccorso dell’ospedale di Chivasso: una famiglia composta da padre, madre e un bimbo di un anno, residenti in stradale Torino a Chivasso ha rischiato la vita, nella serata di domenica 17 dicembre.

Dopo esser stati sottoposti ad approfonditi accertamenti i medici hanno disposto il trasporto dei pazienti all’Otip di Torino dove sono stati sottoposti a un trattamento di ossigeoterapia in camera iperbarica.

Nell’appartamento si sono recati i vigili del fuoco del distaccamento di Chivasso e, dopo un’accurata ispezione hanno appurato che le esalazioni di monossido di carbonio erano state causate da un difetto alla caldaia-boiler installata in casa. Sul luogo sono intervenuti anche i carabinieri della Compagnia di Chivasso. Le condizioni della famiglia intossicata non sono, per fortuna, gravi.

Dov'è successo?

Leggi anche

21/02/2020

Rivarolo: Sport e Ambiente, i due temi dell’assemblea autogestita all’Aldo Moro. Incontro con il Ct Blengini

Un murale colora il cortile dell’Istituto Aldo Moro, un pallone e un globo terrestre riempiono le […]

leggi tutto...

21/02/2020

Momenti di panico a Chivasso per un sospetto caso di coronavirus. Ma si trattava di un ictus

Sembrava un caso sospetto di coronavirus quello che si è verificato oggi, venerdì 21 febbraio, all’ospedale […]

leggi tutto...

21/02/2020

Rivarolo: Walter Durbano è il Testimonial dello Sport per la Città di Rivarolo e per il Canavese

Testimonial dello Sport per la città di Rivarolo e per il Canavese: è Walter Durbano, grande […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy