Chivasso, non è stato Sid, il Bull Terrier ad uccidere: l’addestratore sarebbe morto per un malore

Monteu da Po

/

21/11/2017

CONDIVIDI

L'autopsia compiuta sul corpo dell'addestratore cinofilo di 26 anni, ha evidenziato che la morte del ragazzo è avvenuta per un malore improvviso. I morsi del cane sono posteriori al decesso

L’autopsia ha iniziato a fare chiarezza sulla morte di Davide Lobue (nella foto) l’addestratore cinofilo che è stato trovato cadavere nel giardino della sua abitazione a Monteu da Po: non è stato il Bull Terrier di nome Sid ad uccidere il giovane ma sarebbe stato un malore fulminante. L’autopsia, eseguita dal medico legale Roberto Testi su disposizione della procura di Ivrea, ha escluso che si sia trattato di un’aggressione mortale. I morsi e i graffi rilevati sul cadavere del giovane sarebbe stati effettuati dal cane, affidato da un amico a Davide Lobue, sarebbero posteriori alla morte dell’addestratore. Sid si trova ancora nel canile-rifugio di Settimo Torinese dove era stato condotto dopo il rinvenimento del corpo di Davide Lobue ma è ragionevole supporre che potrebbe tornare a casa dal suo padrone già nelle prossime ore.

La procura eporediese, che ha aperto un fascicolo d’indagine per omicidio anche se al momento non ci sono indagati, attende il riscontro degli esami tossicologici mentre i carabinieri della Compagnia di Chivasso stanno ancora eseguendo tutti gli accertamenti che il caso richiede. L’obiettivo è quello di risalire alle cause della morte dell’addestratore.

Davide Lobue era un grande appassionato di cani e aveva scelto di fare l’addestratore proprio per soddisfare questa vocazione: recentemente aveva lavorato in un allevamento di Bull Terrier. Sid è innocente e forse gli sono state addebitate frettolosamente colpe che non aveva.

Dov'è successo?

Leggi anche

21/09/2019

Rivarolo Canavese: coinvolti in un incidente stradale una ciclista e un “centauro”. Non sono gravi

Due feriti, per fortuna non gravi: è il bilancio di un incidente stradale nel quale sono […]

leggi tutto...

21/09/2019

Venaria: arrestato un pusher che spacciava il “Krokodril”, la droga che provoca cancrene mortali

Si chiama “Krokodil” l’ultima, devastante droga, apparsa sul mercato internazionale. Si ricava dalla codeina e viene […]

leggi tutto...

21/09/2019

Lanzo: perde il controllo dell’auto e sfonda la recinzione della Torino-Ceres. Traffico bloccato per due ore

Dopo aver perso, per cause ancora in via di accertamento il controllo della Toyota Yaris che […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy