Chivasso, non è stato Sid, il Bull Terrier ad uccidere: l’addestratore sarebbe morto per un malore

Monteu da Po

/

21/11/2017

CONDIVIDI

L'autopsia compiuta sul corpo dell'addestratore cinofilo di 26 anni, ha evidenziato che la morte del ragazzo è avvenuta per un malore improvviso. I morsi del cane sono posteriori al decesso

L’autopsia ha iniziato a fare chiarezza sulla morte di Davide Lobue (nella foto) l’addestratore cinofilo che è stato trovato cadavere nel giardino della sua abitazione a Monteu da Po: non è stato il Bull Terrier di nome Sid ad uccidere il giovane ma sarebbe stato un malore fulminante. L’autopsia, eseguita dal medico legale Roberto Testi su disposizione della procura di Ivrea, ha escluso che si sia trattato di un’aggressione mortale. I morsi e i graffi rilevati sul cadavere del giovane sarebbe stati effettuati dal cane, affidato da un amico a Davide Lobue, sarebbero posteriori alla morte dell’addestratore. Sid si trova ancora nel canile-rifugio di Settimo Torinese dove era stato condotto dopo il rinvenimento del corpo di Davide Lobue ma è ragionevole supporre che potrebbe tornare a casa dal suo padrone già nelle prossime ore.

La procura eporediese, che ha aperto un fascicolo d’indagine per omicidio anche se al momento non ci sono indagati, attende il riscontro degli esami tossicologici mentre i carabinieri della Compagnia di Chivasso stanno ancora eseguendo tutti gli accertamenti che il caso richiede. L’obiettivo è quello di risalire alle cause della morte dell’addestratore.

Davide Lobue era un grande appassionato di cani e aveva scelto di fare l’addestratore proprio per soddisfare questa vocazione: recentemente aveva lavorato in un allevamento di Bull Terrier. Sid è innocente e forse gli sono state addebitate frettolosamente colpe che non aveva.

Dov'è successo?

Leggi anche

24/02/2020

Coronavirus, il presidente di Confindustria Piemonte: “Lo scenario richiede l’unità di tutti”

L’impatto del coronavirus sulla salute collettiva è sotto gli occhi di tutti: quello sull’economia rischia di […]

leggi tutto...

24/02/2020

Caluso: tragedia sulla statale 26. Ciclista 61enne di Vestignè muore dopo essere stato travolto

Caluso: tragedia sulla statale 26. Ciclista 61enne di Vestignè muore dopo essere stato coinvolto in un […]

leggi tutto...

24/02/2020

Ivrea/Chivasso: l’Arcivescovo Nosiglia sospende le funzioni religiose nelle Diocesi

Funzioni religiose sospese in tutte le Diocesi di Torino e di Susa. Anche la Curia si […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy