Chivasso, l’assessore Castello vince le primarie del Pd. Sarà il candidato del centrosinistra

Chivasso

/

04/04/2017

CONDIVIDI

In campo anche Marco Marocco con il Movimento 5 Stelle, Mattea Doria per il centrodestra. L'incognita riguarda la collocazione delle liste civiche di sinistra

Sarà Claudio Castello, 56 anni, impiegato amministrativo di professione e attuale assessore ai Lavori Pubblici nella giunta Ciuffreda, il candidato a sindaco del centrosinistra. Lo ha ufficialmente stabilito il risultato delle primarie che si sono conclude nella serata di domenica 2 aprile. La grande sconfitta è Claudia Buo, assessore al Bilancio e al Commercio espressione della lista civica “Liberamente” che fa capo all’ex parlamentare Renato Cambursano che poteva contare sull’appoggio di tutti i consiglieri comunali della maggioranza, del Partito Democratico, del sindaco Libero Ciuffreda e dell’assessore regionale al Lavoro Gianna Pentenero. Eppure Claudio Castello l’ha spuntata ottenendo 660 voti contro i 386 a favore di Claudia Buo.

Qualcosa non deve aver funzionato nelle primarie o, quanto meno, non nel senso previsto da un Partito Democratico diviso e litigioso. Lo spoglio delle schede si è svolta nell’aula consigliare di Palazzo Santa Chiara sotto gli occhi attenti del settimese Antonello Ghisaura al quale il Pd ha affidato l’incarico di commissariare il partito dopo le dimissioni del segretario Gianni Pipino. Soddisfatto Claudio Castello, pronta a collaborare con il candidato del centrosinistra Claudia Buo che ha incassato la sconfitta con stile sportivo. Mugugni e malumore, invece, nell’apparato politico del Pd. Il sindaco uscente Lino Ciuffreda ha sottolineato come il voto abbia messo in luce un confronto leale e vivace.

Claudio Castello dovrà misurarsi con Matteo Doria, consigliere comunale, espressione del centrodestra e Marco Marocco, vice sindaco metropolitano e consigliere comunale del Movimento 5 Stelle. Ancora in forse la posizione di Adriano Pasteris, che nelle scorse amministrativo era stato il candidato a sindaco del centrodestra e delle liste civiche di ispirazione di sinistra. Quella dell’11 giugno, a Chivasso, si preannuncia come una competizione elettorale “rovente”.

Dov'è successo?

Leggi anche

16/01/2018

Leinì, donna entra al Pam e ruba cinque bottiglie di champagne. Invece di fare festa è finita in carcere

E’ entrata nel centro commerciale Pam di Leinì già con l’intenzione di rubare quelle cinque bottiglie […]

leggi tutto...

16/01/2018

Favria, rivoluzione in Comune. Parte l’informatizzazione degli uffici. Investiti 59mila euro

Il Comune di Favria ha avviato un progetto di informatizzazione degli uffici comunali che andrà avanti […]

leggi tutto...

16/01/2018

Ivrea, i teppisti riempiono di schiuma le auto in sosta. La Lega Nord: “In città troppi atti vandalici”

Troppi atti vandalici in città e la Lega Nord Canavese ritiene che sia ora di porre […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy