Chivasso: esce di strada, si ribalta con l’auto e aggredisce i carabinieri che lo aiutano. Arrestato

Chivasso

/

13/04/2019

CONDIVIDI

Il giovane di 23 anni è finito in manette per resistenza e per essersi rifiutato di sottoporsi all'alcoltest. Sospesa anche la patente

Prima è finito fuori strada con l’auto poi ha inspiegabilmente aggredito i carabinieri che erano accorsi sul luogo dell’incidente stradale per prestare soccorso. Ha avuto luogo l’altra sera in frazione Mosche nella rotonda sulla strada statale 26. Un giovane di 23 anni è stato arrestato dagli uomini dell’Arma per resistenza e per essersi rifiutato di sottoporsi all’alcoltest.

Il giovane si trovava alla guida di una Peugeot 206, quando, per cause in via di accertamento ha perso il controllo dell’autovetture ed è finito fuori strada e si ribaltato. Con lui viaggiavano due amici che per loro fortuna sono rimasti illesi.

Sul luogo sono giunti i carabinieri del nucleo radiomobile della Compagnia di Chivasso che hanno aiutato gli occupanti ad uscire dall’auto. Ed è stato in quel momento che l’automobilista ha iniziato a colpire i carabinieri con calci e pugni che hanno dovuto ricorrere alle cure dei sanitari del pronto soccorso del vicino ospedale di Chivasso e sono stati dimessi, dopo la medicazione, con una settimana di prognosi.

Al giovane e violento automobilista è stata anche sospesa la patente di guida.

Leggi anche

17/11/2019

Maltempo in Canavese: nelle Valli di Lanzo e in Valle Orco ancora case senza elettricità

“Ritengo gravissimo che l’energia elettrica nelle valli alpine e appenniniche, in particolare in diverse zone delle […]

leggi tutto...

17/11/2019

Oglianico: uno speciale albero di Natale realizzato con lana e uncinetto per aiutare chi è in difficoltà

Un albero di Natale fuori dai canoni classici, cucito con ago, filo, uncinetto e lana. Un’opera […]

leggi tutto...

17/11/2019

Levone: padre, madre e figlio 16enne spacciavano droga in casa. Due denunce e un arresto

Attività di contrasto dei carabinieri contro la criminalità diffusa nella provincia di Torino. 3 arresti e […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy